118 anni di Christian Dior, il migliore amico delle donne che ha rivoluzionato la moda

Sotto il segno dell’acquario, il 21 gennaio 1905 nasceva Christian Dior, forse il più celebre couturier nell’Olimpo della moda. È passato più di un secolo dalla nascita dello stilista francese, ma ancora oggi la maison Dior eleva alla massima potenza l’eredità di uno dei creativi più rivoluzionari della panorama haute couture. Dopo una breve avventura nel mondo dell’arte, troncata da un tracollo finanziario della famiglia, Christian Dior si afferma come designer di punta assieme a Pierre Balmain dopo anni di esperienza presso la casa di moda Lucien Lelong. Il suo imperò si consacrerà solo negli anni del dopoguerra, con la creazione del celebre New Look, modellato sulle curve femminili che lui stesso scolpiva sui manichini. Christian Dior aveva il potere di rendere le donne felici con un’ideale di bellezza antica, abiti leggiadri che richiamavano la silhouette di un fiore, corsetti, guêpière e tailleur che evidenziavano la delicatezza del punto vita. Il dizionario della moda secondo Dior è seducente e sinuoso, e il suo atelier – ancora oggi al civico 30 di Avenue Montaigne – è uno scrigno dove ritrovare la delizia del piacere e del piacersi. La sua morte a Montecatini, nel 1957, ha segnato la fine di un’era ma l’inizio di una successione fiorente, da John Galliano fino a Maria Grazia Chiuri e Kim Jones, per la collezione maschile. Tra influenze urban, manipolazioni di tessuti pregiati e slanci genderless, Dior è ancora oggi uno dei marchi di moda più influenti al mondo.
Celebriamo insieme il “118esimo” compleanno di Christian Dior con una serie di momenti memorabili di alta moda!

Nato il 21 gennaio 1905, Christian Dior ha segnato una svolta radicale nella moda tessendo le lodi della femminilità del passato. Si afferma come stilista couturier nel 1947 e dà vita al suo New Look a colpi di martello, modellando le curve delle donne direttamente sui manichini. Quelli di Christian Dior saranno dieci anni di carriera ricordati in eterno, tra corsetti, guêpière e tailleur con gonne a corolla.

Dal civico 30 di Avenue Montaigne al mondo intero, l’eredità di Dior è stata celebrata e portata avanti da stilisti del calibro di Yves Saint Laurent, Hedi Slimane, Maria Grazia Chiuri e Kim Jones. Dalle It Bag agli abiti nuziali di Chiara Ferragni e Melania Trump, fino agli anni selvaggi di Galliano e le gonne maschili dell’ultima collezione, Dior più che un marchio è una certezza nel mondo della moda, sempre capace di stupire e rivoluzionarsi.

Tags: Chiara Ferragni , Dior , Maria Grazia Chiuri , Christian Dior , Haute Couture , John Galliano , new look