Alessandro Michele approda nel Metaverso. Gli abiti di Gucci diventano Nft

Il Metaverso è inarrestabile e sempre di più si sta imponendo come frontiera di innovazione e business. Lo è anche per il mondo del fashion che ha posto la sua creatività e arte al servizio di questa nuova dimensione. Ora infatti sarà possibile acquistare capi esclusivi in una vera e propria sartoria virtuale in cui sarà possibile acquistare capi preziosi come opere d’arte.

È situata a New Tokyo, dove il sarto Wagmi-san, si affida alla versione avatar di Alessandro Michele – direttore creativo di Gucci – per cucire digitalmente abiti su misura.

«10KTF Gucci Grail» è il nome dell’iniziativa che inaugura la prima Metaverse Fashion Week e si svolge nello spazio sperimentale di Vault. In collaborazione con il negozio virtuale 10KTF, Gucci ha realizzato infatti capi digitali destinati a vestire chi già possiede un “Picture for Proof” – simile a un’immagine di profilo – tra le undici collezioni di NFT selezionate tra cui Bored Ape, World of Women, Cool Cats e altre.

L’incontro tra Wagmi-san e Alessandro Michele crea e dà accesso a due outfit proposti in diverse colorazioni, ispirati alla collezione “Aria” e a quella “Love Parade” in modo da assicurare un outfit fashion e firmato anche negli altri mondi.

Tags: 10KTF Gucci Grail , Alessandro Michele , Gucci , Metaverso , NFT , Wagmi-san