Fendi si unisce ad Arnaldo Pomodoro per una mostra a Roma

Avrà luogo al Palazzo della Civiltà Italiana, sede storica di Fendi, la mostra in collaborazione con la Fondazione Arnaldo Pomodoro, in una fusione tra i codici della moda e quelli dell’arte. Fendi celebra le opere d’arte dello scultore e orafo novantaseienne con un evento espositivo intitolato “Il Grande Teatro delle Civiltà”, visitabile dal prossimo 12 maggio fino al 1 ottobre 2023. Il quartier generale di Fendi si arricchirà di pezzi iconici in una partnership di grande effetto visivo, con una spiccata sensibilità sul tema dell’eredità storica dell’arte.

«La collaborazione tra la Fondazione e Fendi rappresenta un esempio di partnership strategica» dichiara la Fondazione Pomodoro, «in cui mission e vision di entrambe le parti trovano espressione condivisa nella celebrazione dell’arte come strumento capace di unire il rispetto per l’eredità storica, l’attenzione per la diffusione e la divulgazione dei linguaggi artistici, la ricerca di nuove forme di collaborazione nell’ottica della sostenibilità e dell’innovazione». La mostra sarà curata da Lorenzo Respi e Andrea Viliani e si articolerà, come suggerisce il nome, come un grande teatro di opere dalla fine degli anni Cinquanta a oggi, oltre a documentari inediti e riflessioni dell’artista.

Ma l’esperienza romana non è la prima a sancire la collaborazione tra Fendi e Fondazione Pomodoro. Nel 2013 infatti, la maison di moda romana si è ramificata nello spazio milanese di via Solari 35, ex luogo espositivo della Fondazione, dove alloggia una delle opere più significative dell’artista. “Ingresso nel Labirinto” è l’emblema del percorso artistico di Arnaldo Pomodoro, un’installazione ambientale di 170 mq realizzata da Arnaldo Pomodoro nell’arco di sedici anni. E grazie alla collaborazione con Fendi, l’opera è oggi di accesso pubblico.

Crediti foto: profilo Instagram @fondazione_arnaldo_pomodoro

Tags: moda , Fashion , Fendi , Arte , Arnaldo Pomodoro , Fondazione Arnaldo Pomodoro