Aurora Ramazzotti si schiera a difesa dei paparazzi

Aurora Ramazzotti nella giornata di venerdì 30 aprile ha pubblicato un lungo post sul suo profilo Instagram corredato da una serie di scatti che i paparazzi le hanno fatto nel corso degli anni.

La figlia di Eros e di Michelle Hunziker si è schierata in difesa dei fotografi di cronaca rosa e del duro lavoro che fanno: “La professione del paparazzo, io, la ammiro tantissimo. Ho ho sempre pensato facessero un mestiere molto difficile. Li vedevo ovunque, a qualsiasi ora del giorno, probabilmente appostati per ore sotto il sole cocente, il diluvio universale o con un freddo polare. Acrobati, corridori e a volte anche attori, camuffati o lampanti, pronti a tutto pur di scattare la foto giusta”.

Aurora, che è seguita da oltre due milioni di utenti, ha ripercorso le diverse sensazioni provate nel corso degli anni: “Ricordo chiaramente momenti di grande sconforto. Un po’ perché non mi capacitavo del perché volessero fotografarmi e un po’ perché ci sono anni in cui vorresti diventare invisibile, figuriamoci camminare accompagnata dai “click” a raffica dell’obiettivo. Avevo il terrore di come sarei venuta nelle foto, di finire su un giornale e, più di ogni cosa, avevo il terrore della cattiveria della gente che ne conseguiva spesso e volentieri”.

La Ramazzoti ha ulteriormente ribadito la sua opinione in merito: “Ho sempre portato un grande rispetto per loro e con alcuni ci ho anche fatto amicizia. Non sopporto vederli maltrattati anche se a volte sanno essere invadenti, fanno un mestiere difficile e caratterizzato da mille incognite. Ma soprattutto penso sempre che se ci sono, per chi fa questo lavoro, è sempre un buon segno”.

Tags: Aurora Ramazzotti , Eros Ramazzotti , Michelle Hunziker , Paparazzi