Balenciaga, il bracciale Raver Used da 3500€: sembra consumato ma è un capolavoro di artigianato

Parte della 53esima collezione Couture di Balenciaga, ovvero quella che ha sfilato a Parigi lo scorso giugno 2024, il bracciale Raver Used è un vero e proprio gioiellino di Couture. E nonostante non appartenga al mondo della gioielleria come lo immaginiamo, le tecniche utilizzate per realizzarlo rientrano in tutto e per tutto nella definizione di Couture.

Sul sito della maison guidata da Demna Gvasalia, che ha fatto della sua pungente ironia sulla contemporaneità un punto di partenza per la creazione di storie sempre nuove e innovative, il bracciale Raver Used viene descritto come un «braccialetto ricamato a mano», che «utilizza varie tecniche artigianali trovate negli archivi Lesage risalenti al 1850: punto seme, lavoro di filo disegnato, punto de Boulogne, punto satinato, punto stelo e punto catena anteriore e posteriore. Questi stili di ricamo, usati singolarmente o in combinazione, creano una vasta gamma di trame ed effetti, rendendo ogni pezzo unico e intricato». Combinando il savoir-faire nel ricamo di Lesage – azienda specializzata nella creazione di incredibili lavori di embroidery per Haute Couture, Ready-to-Wear e accessori dal 1924, che ha già collaborato con Balenciaga in passato – con la creatività di Demna, il risultato è un bracciale che sembra usato per andare a un rave, ma che in realtà rappresenta un piccolo e prezioso capolavoro di artigianato.

Realizzato in poliestere giallo, rosso e nero, cotone, seta e argento sterling 925, il processo di lavorazione per un singolo bracciale richiede un’intera giornata di lavoro. Il prezzo, infatti, rispecchia la natura della Couture: è disponibile, infatti, solo su ordinazione per una cifra pari a 3500€.

[📸 Instagram: demnagram]

Tags: Balenciaga , Demna Gvasalia , Couture , Raver Used