Barbara Palombelli replica alle accuse

Arriva la replica di Barbara Palombelli dopo la bufera in cui è incappata a seguito di alcune sue dichiarazioni andate in onda nel corso della trasmissione televisiva “Forum” da lei condotta. «Parliamo della rabbia tra marito e moglie, come sapete negli ultimi sette giorni ci sono stati sette delitti, sette donne uccise presumibilmente da sette uomini. A volte è lecito anche domandarsi: però questi uomini erano completamente fuori di testa, completamente obnubilati oppure c’è stato anche un comportamento esasperante e aggressivo anche dall’altra parte? È una domanda, dobbiamo porcela per forza, siamo in un tribunale e dobbiamo esaminare tutte le ipotesi» ha dichiarato la Palombelli durante la puntata.
La giornalista ha risposto alle accuse ricevute dopo la messa di tali dichiarazioni tramite un post pubblicato sul suo profilo Facebook, Barbara Palombelli Rutelli: «La violenza familiare, il crescendo di aggressività che prende il posto dell’amore, l’incomprensione che acceca e rende assassini richiedono indagini accurate e ci pongono di fronte a tanti interrogativi. Quando un uomo o una donna (ieri a Forum era la protagonista donna ad esercitare violenza sul coniuge) non controllano la rabbia dobbiamo interrogarci. Stabilire ruoli ed emettere condanne senza conoscere i fatti si può fare nei comizi o sulle pagine dei social, non in tribunale. E anche in un’aula televisiva si ha il dovere di guardare la realtà da tutte le angolazioni».
Tramite questo post dunque, la conduttrice ha voluto spiegare la sua interpretazione della domanda da lei posta durante la puntata di ieri, risultata scomoda e inappropriata nel contesto del femminicidio.

Tags: Barbara Palombelli , Barbara Palombelli Rutelli , femminicidio , Forum