Brand e direttori creativi: quale sarà la prossima accoppiata vincente secondo voi?

C’è chi viene e c’è chi va. Nella notte italiana tra il 5 e il 6 giugno 2024 il mondo della moda ha appreso una notizia tanto chiacchierata quanto inaspettata: Virginie Viard lascia Chanel dopo 30 anni all’interno della maison, di cui gli ultimi 5 come direttrice creativa. Uno dei ruoli più ambiti nel fashion system è attualmente disponibile e tutti si chiedono chi sarà a prendere le redini creative della casa di moda. 

Lo chiamano “valzer dei direttori creativi”, perché ultimamente gli annunci di chi arriva e chi parte sembrano rincorrersi, così come anche i rumors che tanto piacciono agli addetti ai lavori. Chi andrà da Chanel? Dove andrà Pierpaolo Piccioli? Domande attualmente senza risposte ufficiali che aprono le porte dell’immaginazione e delle associazioni tra i brand senza direttore creativo e direttori creativi liberi. Da Pierpaolo Piccioli che ha recentemente lasciato Valentino, sostituito da Alessandro Michele, a Sarah Burton che dopo 26 anni, di cui 13 alla guida, ha lasciato Alexander McQueen e Riccardo Tisci che ormai quasi 2 anni fa ha visto in Daniel Lee, ex Bottega Veneta, il suo sostituto alla direzione creativa di Burberry.

Tra i rumors, invece, quello che nelle ultime settimane sembrerebbe essere il più accreditato riguarda una possibile uscita di Hedi Slimane da Celine. Sembra infatti che il brand stia già cercando un sostituito, evitando quindi di trovarsi nella lista delle maison con la posizione più ambita ancora vacante, come Givenchy, Dries Van Noten – che presenterà l’ultima collezione del designer belga, la SS25, alla Paris Fashion Week di giugno – e Blumarine. Sembra uno scioglilingua ma non lo è. È un valzer e le prossime mosse sono tutte da scoprire.

[📸 picture alliance, IK ALDAMA, MDPhoto, EMPICS Entertainment, SIPA / IPA]

Tags: Chanel , Givenchy , Blumarine , Dries Van Noten , direttori creativi , Fashion System