Britney Spears: il padre Jamie è stato sospeso dall’incarico

“Today is the day”. Battaglie legali e interiori, testimonianze, contraddizioni, accuse e reticenze sono gli elementi costitutivi di questi ultimi anni che hanno portato Britney Spears a chiedere la libertà dal padre Jamie.

Britney ieri non era presente in tribunale ma all’esterno i fan e gli aderenti al movimento “Free Britney” rappresentavano la voce della cantante.

Da una parte – collegati su “Zoom” – i genitori della popstar, dall’altra l’avvocato di Britney, Mathew Rosengart. Quest’ultimo ha chiesto al giudice Brenda Penny di sospendere Jamie dal ruolo di tutore e nominarne uno temporaneo per 30-45 giorni, termine entro il quale la “conservatorship” dovrà avere fine.
Secondo Rosengart, il padre della cantante sta cercando di accelerare i tempi per evitare di incorrere in altre pesanti accuse, emerse in seguito al documentario “Britney vs Spears”.

La sentenza è stata emanata: Jamie Spears è stato sollevato dal suo incarico. Il giudice ha nominato John Zabel come “conservatore” temporaneo fino al 31 dicembre.

Tags: #FreeBritney , Brenda Penny , Britney Spears , Britney vs Spears , Conservatorship , Fine tutela , Jamie Spears , John Zabel , Mathew Rosengart