Britney Spears: le parole di Jamie dopo l’udienza

«Credo che la sospensione sia nel migliore interesse del conservatore. La situazione attuale è insostenibile». Ecco le parole del giudice Brenda Penny che ha emanato la sentenza sul caso Britney Spears.
Il padre è stato sollevato dal suo incarico dopo 13 anni: non è più tutore di sua figlia, quella figlia che a gran voce ha chiesto la sua estromissione, ha chiesto di essere libera.

Dopo la decisione del tribunale, Jamie Spears ha rilasciato una dichiarazione tramite l’avvocato Vivian Thoreen, diffusa da “Variety” .

«Il signor Spears ama sua figlia Britney incondizionatamente. Per tredici anni ha cercato di fare ciò che è nel suo interesse, sia come conservatore che come padre. […] Ciò includeva aiutarla a rilanciare la sua carriera e ristabilire un rapporto con i suoi figli. Chiunque abbia cercato di aiutare un membro della famiglia ad affrontare problemi di salute mentale, può riconoscere l’enorme quantità di preoccupazioni quotidiane e di lavoro che ciò richiede. Per Mr. Spears , questo significava anche mordersi la lingua e non rispondere a tutti gli attacchi falsi, speculativi e infondati nei suoi confronti da parte di alcuni membri del pubblico, dei media» si legge nella nota.

Si conclude inoltre: «Questi fatti rendono l’esito dell’udienza di ieri ancora più deludente e, francamente, una perdita per Britney. Rispettosamente, la corte ha sbagliato a sospendere il signor Spears, a mettere uno sconosciuto al suo posto per gestire l’eredità di Britney ed estendere la stessa tutela che Britney ha chiesto alla corte di rescindere all’inizio di quest’estate. Ancora una volta, è stato il signor Spears a prendere l’iniziativa di presentare la petizione per porre fine alla tutela quando né l’ex avvocato nominato dal tribunale di Britney né il suo nuovo avvocato privato lo avrebbero fatto. È stato il signor Spears a chiedere alla corte all’udienza di ieri di porre immediatamente fine alla tutela, mentre lo stesso avvocato di Britney si è opposto».

Penny ha nominato ora John Zabel, un contabile, per assumere temporaneamente il controllo del patrimonio della pop star fino a quando non saranno determinati i prossimi passi. Rosengart dovrebbe tornare in tribunale il 12 novembre con un piano per sciogliere definitivamente la “conservatorship” e consentire alla Spears di reclamare il controllo illimitato della sua vita.

Tags: Brenda Penny , Britney Spears , Fine tutela , Jhon Zabel , Mathew Rosengart , parla Jamie Spears , tutela , Vivian Thoreen