Caso Dayane Mello: lo staff fa nuove rivelazioni

Dopo le vicende di ieri sera, che hanno visto l’espulsione di Nego do Borel dal reality “A Fazenda” per le gravi azioni di cui si sarebbe macchiato nei confronti di Dayane Mello, quest’ultima è rimasta nel reality. Lo staff della modella ha appena pubblicato una nota attraverso cui si dissocia dal programma, portando alla luce alcune omissioni e alterazioni della realtà che sarebbero state messe in atto.

«Secondo il programma mostrato, il riassunto della notte della vittima era correre dietro all’uomo che l’ha violentata, dando segni e segni affermativi in ​​modo che si sentisse libero di praticare l’atto. Mostrando una narrazione distorta dei fatti […] oltre a romanzare tutto ciò che è accaduto. […] hanno anche nascosto parti molto importanti, come lo stato di ebbrezza in cui si trovava Dayane, compreso il bisogno dell’aiuto di quattro persone per vestirsi, non riuscendo nemmeno a reggersi in piedi. Si sono nascosti agli occhi del pubblico le molte volte che Dayane gli ha detto di smetterla, che non poteva e non voleva. Non hanno mostrato i discorsi disgustosi del concorrente dicendo che aveva bisogno di concentrazione affinché il suo organo sessuale fosse abbastanza rigido per eseguire atti sessuali. Hanno mostrato nel programma la conversazione di Dayane con uno psicologo maschio, che sembrava più un interrogatorio su fatti di cui non era nemmeno a conoscenza, inclusa la direzione e l’induzione di molte delle sue risposte. Le è stato negato il diritto di vittima di parlare con le autorità e i suoi avvocati dell’accaduto, sotto minaccia di espulsione se lo avesse fatto, andando oltre ogni protocollo e clausola contrattuale. Ci sono così tante lacune che non sono state colmate e distorsioni visualizzate modificando il programma, che solo una nota non sarebbe sufficiente per esporle»

Tags: A Fazenda , Dayane Mello , disocciare , Nego Do Borel , nota de repudio , nuove rivelazioni , omissioni , programma