Christian Siriano: un abito in tulle per l’Ucraina 

Sono molti i marchi del lusso e gli stilisti che hanno deciso di fare qualcosa di significativo per l’Ucraina. Prendere una posizione, aiutare, donare, pregare, sensibilizzare. Kering, Chanel, Hermès, Gruppo Prada sono tra questi.

Giorgio Armani, dopo aver scelto di far sfilare le sue modelle senza musica come gesto simbolico e di solidarietà ha donato 500 mila euro per la raccolta fondi di UNHCR, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Impossibile non citare “Chanel” che ha donato ben due milioni di euro da parte a Unhcr e a Care, organizzazione umanitaria impegnata nella lotta alla povertà. «Crediamo negli sforzi diplomatici e speriamo in una risoluzione pacifica del conflitto». E ancora il gruppo Lvmh che ha destinato 5 milioni di euro alla Croce Rossa Internazionale: «Il gruppo sta monitorando da vicino la tragica situazione in Ucraina e sta dalla parte di coloro che sono colpiti da questa guerra».

Hanno seguito la scia, con cospicue donazioni: Gucci, Missoni, Valentino, Bottega Veneta, Etro, Ferragamo, Furla, Max Mara, Moncler, Trussardi, Dolce & Gabbana e tanti altri. Innumerevoli, uniti, solidali.

Oggi tocca a Christian Siriano che ha annunciato su Instagram di aver messo al servizio dell’Ucraina la sua arte: uno splendido vestito ampio, principesco, in tulle con gli splendidi colori della bandiera ucraina. Blu, giallo, maestosità e bellezza. Perché «la voce degli stilisti, sono i loro vestiti». È uno dei messaggi più forti che si possa mandare. L’abito sarà acquistato dal “miglior offerente” e quei soldi saranno destinati all’Ucraina.

«Come designer la nostra voce sono i nostri vestiti! Quindi, se qualche pezzetto di tulle può aiutare a salvare qualcuno, allora SÌ, doneremo questo abito al miglior offerente possibile e indirizzeremo quella donazione all’Ucraina. Le preghiere sono con chiunque stia soffrendo in questo momento».

Tags: abito , abito in tulle , Armani , Chanel , Christian Siriano , donazioni , Gruppo Lvmh , Guerra , Kering , Missoni , Prada , Russia , tulle , Ucraina , UNHCR