Diego Armando Maradona: Il tribunale dà ragione agli eredi e vieta al Napoli di usare il suo volto sulle maglie

Il volto di Maradona non potrà più essere usato sulle maglie del Napoli. L’anno scorso la società partenopea aveva creato una limited edition per le maglie da gioco della squadra, con l’effige del Pibe De Oro, scomparso nel 2020 e grande simbolo della squadra. Una mossa che agli eredi del Diez non è piaciuta per niente, a cui ci fu in seguito un’iniziativa giudiziaria che ora ha il suo risultato: hanno ragione loro, in quanto il Tribunale di Napoli ha accolto la richiesta di vietare l’utilizzo dell’immagine, mossa da Jorge Sebastian Baglietto, l’amministratore giudiziario che tutela gli interessi dei 5 figli, eredi di Maradona, nel contenzioso con l’imprenditore campano Stefano Ceci, legale rappresentante della Diez Fze, società con sede a Dubai.
 
Ceci aveva permesso al Napoli la realizzazione delle maglie, vendendo i diritti con un accordo firmato l’anno scorso. Un accordo che però, per i 5 figli eredi, rappresentati dall’avvocato romano Antonietta Tomassini e dalla collega Federica Meglio, non era legittimo e per questo chiedevano il sequestro dei proventi derivanti da quel contratto per una somma non inferiore a 450mila euro. Il Tribunale gli ha dato ragione e per questo hanno ottenuto l’inibitoria per la diffusione e l’utilizzazione dell’immagine in qualunque forma.
 
Secondo la sentenza, il contratto stipulato da Ceci con il Napoli, sulla base di poco meno di 23mila euro, è stato «lesivo delle aspettative patrimoniali» che gli eredi hanno riguardo lo sfruttamento dell’immagine di Maradona, autorizzando tra l’altro un sequestro conservativo cautelativamente fissato in 150mila euro all’imprenditore.

Tags: Diego Armando Maradona , maglia , Maradona , tribunale , vietato utilizzo