Diletta Leotta: “L’amore ti capita. Non puoi pianificare l’amore. A me è capitato”

Diletta Leotta ospite di Silvia Toffanin nella puntata di “Verissimo” andata in onda questo pomeriggio, ha parlato per la prima volta della fine della sua storia d’amore con Can Yaman. Un video racconto sul “fenomeno Diletta Leotta” in sottofondo, l’emozione negli occhi della protagonista nel riguardare le immagini con l’attore.

Diletta ha raccontato della sua relazione con l’attore turco, di com’era e che cosa ha significato: «Con Can è stata una storia bellissima. Un sogno. Una favola. Ed è stato un colpo di fulmine. Siamo due ragazzi di 30 anni che si sono conosciuti e innamorati e hanno cercato di vivere questa passione enorme […] siamo tutti e due molto passionali […]».

Ma il peso di una favola, molto spesso, è la realtà: «Era difficile mantenere intima la vita reale e questa cosa un po’ chiaramente pesa. Dividere la persona dal personaggio a volte era un po’ difficile».

La conduttrice di “Dazn” ha parlato anche delle critiche ricevute durante questo periodo: «La cosa che mi è dispiaciuta di più è che qualcuno diceva che era una storia a tavolino, finta. Ma perchè? Chi è che pensa che l’amore possa essere programmato e pianificato? L’amore ti capita. Non puoi pianificare l’amore. A me è capitato. L’amore non è una pianificazione […]».

E oggi? I due sono “lontani” proprio come conferma Diletta: «Io penso di essere innamorata e penso anche che quando sei innamorata un po’ perdi lucidità, un po’ perdi sicurezza, la testa e il controllo. Erano cose che non mi erano capitate fino a ora. Ma a volte perdi l’amore […] Non è un momento facile, come credo succeda in tutte le coppie, vedremo cosa succederà […] Io mi auguro che si possa anche trovare un equilibrio, un equilibrio nella quotidianità, con se stessi, con me stessa e poi riuscire a trovare questo equilibrio con la persona che ami […] E’ un momento di riflessione questo che può fare bene a me e anche a Can».

Tags: Can Yaman , Diletta Leotta , fine relazione , Silvia Toffanin , Verissimo