Diletta Leotta vittima di revenge porn: “Non respiravo più”

Diletta Leotta apre il suo cuore in un’intervista concessa a Veronica Gentili per la seconda puntata di “Buoni o Cattivi”, in onda stasera martedì 14 settembre su Italia 1. La conduttrice torna a parlare di quando fu vittima di “revenge porn”: alcune sue foto intime furono hackerate e rese pubbliche. Una vicenda che l’ha segnata profondamente come racconta lei stessa: “Quel momento me lo ricordo benissimo. Un mio amico mi ha detto che stavano girando delle mie foto, foto strane, e io ho risposto che sicuramente non erano mie, che non ero io, pensando a dei fotomontaggi. Lui mi ha mandato la prima foto e io ho sentito un vuoto dentro, mi si è bloccato il respiro credo per più di dieci minuti, non riuscivo proprio a respirare – spiega Diletta – È stato un momento tragico. Ho pensato che la mia vita fosse finita, che non sarei più uscita di casa perché all’idea che le persone potessero guardarmi, anche se avevo i vestiti, mi sentivo nuda. Quelle foto, in alcune ero ancora minorenne, erano foto che una ragazza si scatta con l’ingenuità di vedersi davanti a uno specchio, dopo la doccia – conclude – Non le avevo mai mandate a nessuno, erano all’interno del mio computer che è stato hackerato”.

Tags: Buoni o cattivi , Diletta Leotta , foto , revenge porn , Veronica Gentili