Elon Musk afferma che il paziente a cui è stato impiantato il chip Neuralink starebbe muovendo un “mouse semplicemente pensando”

Solo poche settimane fa, intorno alla fine del mese di gennaio 2024, Elon Musk aveva annunciato che era andato a buon fine l’impianto del primo chip cerebrale Neuralink in un essere umano. Successivamente a quel primo impianto, denominato “Telepathy”, l’imprenditore aveva affermato anche: «risultati mostrano un promettente rilevamento di picchi neuronali», tale chip «consente il controllo del telefono o del computer, e attraverso di loro quasi qualsiasi dispositivo, semplicemente pensando».

Ad oggi, quindi, a meno di un mese dal primo annuncio, nel corso di un evento Spaces su X (ex Twitter), è stato lo stesso Elon Musk a tornare sul tema affermando, secondo quanto riportato dal “Daily Mail” che «I progressi sono buoni e il paziente sembra aver recuperato completamente, con effetti neurali di cui siamo a conoscenza». Inoltre, stando sempre a quanto rivelato dal fondatore di Tesla, «Il paziente è in grado di muovere il mouse sullo schermo semplicemente pensando».

Neuralink Corporation, nello specifico, è un’azienda statunitense di neurotecnologie fondata da un gruppo di imprenditori, tra cui lo stesso Musk, che si occupa di sviluppare interfacce neurali impiantabili. L’azienda, come si legge sul suo sito, ha come obiettivo quello di «Creare un’interfaccia cerebrale generalizzata per ripristinare l’autonomia di coloro che oggi hanno bisogni medici insoddisfatti e sbloccare un domani il potenziale umano».

[📷 ddp / IPA]

Tags: Elon Musk , Neuralink Corporation