Emily Ratajkowski accusa Robin Thicke di molestie

Emily Ratajkowski è tra le protagoniste del noto videoclip del brano “Blurred Lines”, di Robin Thicke risalente al 2013.

Nel suo libro autobiografico intitolato “My body” – che uscirà il 19 ottobre – la modella ha raccontato di essere stata vittima di molestie da parte del musicista. 

Il “Sunday Times” ha riportato alcuni passi del racconto: «E’ tornato ubriaco sul set solo per girarlo con me. Ho sentito le mani di uno sconosciuto che stringevano i miei seni da dietro. Mi sono allontanata d’istinto guardando Robin Thicke. Ha fatto un sorriso sciocco ed è inciampato all’indietro, gli occhi nascosti dietro gli occhiali da sole».
Nel libro, Ratajkowski ha inoltre confessato di aver sentito “il calore dell’umiliazione”, un’umiliazione, una violazione che l’ha fatta sentire “nuda per la prima volta”.
«Non ho reagito, non proprio, non come avrei dovuto». 

Anche la regista Diane Martel ha confermato l’accaduto al giornale citato: «Ricordo quel momento, quando ho visto quanto stava succedendo, mi sono messa a urlare “Cosa stai facendo? Basta così, le riprese sono finite!”». 

Secondo la regista, Thicke aveva bevuto e “imbarazzato” si sarebbe scusato dopo il presunto incidente, comportandosi come se fosse “contrito”: «Non credo che l’avrebbe fatto se fosse stato sobrio» ha aggiunto la Martel.   

Tags: 19 ottobre , Accuse , Blurred Lines , Diane Martel , Emily Ratajkowski , molestie , My Body , Robin Thicke , videoclip