Emis Killa su Twitter: «Senza social non potevi nemmeno goderti il lusso di parlarmi, stupido utente social»

Nelle ultime ore si sta sollevando una polemica social che vede Emis Killa come protagonista. Il rapper ieri sera, in merito al social down vissuto in tutto il mondo, ha twittato: «Fossi Zuckerberg e leggessi le lamentele di tutti gli utenti twitterei: “Gne gne gne non funziona nulla gne gne gne. Zio cane non pagate 1€ per usare i miei social state zitti e ringraziate che funzionano 365 ore l’anno meno un paio d’ore.” E avrei anche ragione», successivamente ha aggiunto: «Ah giusto dimenticavo, i dati personali. Se ve li mettono a 9€ al mese non li usate più però. Dai va».

Non è passata inosservata la risposta di un utente che ha scritto: «Gne gne gne senza insta e i social in generale, non avresti la metà dei tuoi ascoltatori, pagliaccio». Questo commento non ha lasciato indifferente Emis Killa che ha twittato in risposta: «E invece sì perchè ho talento. Al limite senza social non potevi nemmeno goderti il lusso di parlarmi, stupido utente social. Buona giornata frustrante».

Ne è conseguita una pioggia di commenti tra cui spicca: «Peccato eri partito bene, poi hai detto qualcosa in merito al talento e al fatto di parlarti. Ho dato uno sguardo ai cd di Pearl Jam e Pink Floyd (per dirne due a caso) e ho ridato il senso corretto alla parola musica». Anche qui il rapper non ha tenuto a freno la lingua rispondendo all’utente: «Sì sì. È proprio quello di cui parlo, io ora vado in studio come faccio da 15 anni,, tu continua a guardare i cd dei Pink Floyd che sicuro svolti. Ciao!».

Tags: Emis Killa , Mark Zuckerberg , polemica social , social down , Twitter