Expo 2030, Riad si aggiudica l’Esposizione Universale. Italia delusa: Roma arriva solo terza

C’era enorme attesa e speranza, purtroppo tradita. A ospitare “Expo 2030” sarà Riad, che si è aggiudicata l’assegnazione con 119 voti. A Roma sono andate invece 17 preferenze, mentre la sudcoreana Busan si è accaparrata 29 voti. I voti sembrano rispecchiare anche gli investimenti che i tre Paesi hanno stanziato per l’Esposizione Universale: a quanto si è appreso, infatti, l’Arabia Saudita ha stanziato 190 milioni, la Corea del Sud 160, mentre l’Italia 30.

L’impegno di Riad per ottenere uno degli eventi più attesi dalla comunità internazionale è stato imponente, ed erano tanti infatti i diplomatici arabi oggi, 28 novembre 2023, al “Palais des Congrès di Issy-les-Moulineaux”, a Parigi. Qui, per tutta la giornata, si sono tenute le ultime trattative concitate per ottenere l’appoggio dei 182 delegati provenienti da tutto il mondo. Anche per questo i tre paesi finalisti hanno avuto la possibilità di presentare ancora una volta il proprio progetto insieme agli “appelli” dei vari ambassador, come Cristiano Ronaldo che è intervenuto in sostegno degli arabi.

Se Riad esulta, Roma e l’Italia non possono che incassare la sconfitta, essendosi classificata addirittura dietro Busan. La delegazione italiana, senza la premier Giorgia Meloni intervenuta con un videomessaggio, era composta dal sindaco della Capitale, Roberto Gualtieri, i membri del governo Abodi e Tripodi, insieme con la campionessa Bebe Vio e l’attrice Sabrina Impacciatore.

Tags: Expo 2030