Florida, la proprietà più costosa in vendita negli Stati Uniti per 295 milioni di dollari 

Naples, Florida. La proprietà più costosa presente sul mercato immobiliare statunitense è stata messa in vendita nelle ultime ore di ieri, 7 febbraio 2024, a un prezzo giustificato dall’immensità e dalla bellezza del complesso, che un tempo ospitava la famiglia composta da più o meno 200 persone del defunto magnate John Donahue. 295 milioni di dollari è il prezzo che dovrà pagare il prossimo fortunato proprietario delle tre case sul lungomare dell’elegante quartiere di Port Royal, disposte su più di 36000 metri quadri e dotate anche di un bacino privato di più di 70 metri per gli yacht. 

Secondo quanto riportato dal “Wall Street Journal”, prima di diventare la costosissima proprietà che vediamo oggi, il pezzo di terreno su cui si trova sarebbe stato acquistato da John Donahue nel 1985 per 1 milione di dollari, che lo ampliò costruendo tre case per ospitare la sua famiglia composta da 13 figli, 84 nipoti e più di 175 pronipoti. I Donahue, infatti, avrebbero deciso di vendere la proprietà invece di frazionarla, e se anche fosse venduta a milioni di dollari in meno rispetto quanto richiesto, rientrerebbe comunque nel record della proprietà più costosa degli Stati Uniti, attualmente detenuto da un appartamento di New York vicino Central Park acquistato da Ken Griffin per 240 milioni di dollari.

La quotazione è affidata a Dawn McKenna dell’agenzia immobiliare “Coldwell Banker Realty”, insieme a Leighton Candler di “Corcoran Group” e Rory McMullen di “Savills”. La casa principale è di circa 1070 metri quadri, la seconda di 510 metri quadrati e la terza quasi 540 metri quadrati. Il complesso, inoltre, si dispone su circa 153 metri di lungomare: quasi 70 metri sul Golfo del Messico e circa 86 metri sul Gordon Pass e sulla Baia di Naples.

[📸 coldwellbanker]

Tags: Florida , mercato immobiliare