Giambattista Valli veste le principesse di una favola antica

L’alta moda di Giambattista Valli sfila a Parigi e chiude la prima giornata di Haute Couture Week. Una chiusura a dir poco trionfante: da un sipario argentato e teatrale, le modelle abitano la passerella con look dai richiami barocchi e opulenti, come appena scese da una macchina del tempo. La collezione Couture primavera-estate 2023 attraversa una palette che va dal rosa al nero, passando dal rosso corallo e dai bagni di luce oro e argento. Giambattista Valli realizza una collezione regale, composta da giochi di volume, lembi di tessuto intrecciato, strascichi e tridimensionalità, senza però rinunciare ai cut-out e alle catsuit aderenti. La sensualità della linea haute couture è maestosa e antica, tra abiti a sirena, pepli e maniche rotonde, talvolta interrotta da proposte più contemporanee come sleek dress semi-trasparenti, cappotti di piume abiti in rete luminosa.

I tessuti manipolati diventano rose, tutù, ali e dessert cremosi: tutto è dovizioso ma al contempo impalpabile, come in una fiaba. A completare i look, fiocchi applicati, mantelli vaporosi e massicci orecchini con pendenti in perla. La parola chiave della sfilata è “stratificazione”: un’arte antica e dalle molteplici applicazioni, che con Valli rimanda all’abbondanza e ad un concetto di lusso in parte dimenticato. È un viaggio nel tempo all’interno di un racconto remoto, quello percorso sulla passerella haute couture parigina, che termina con un look imponente e immobile al centro della passerella: un blazer con applicazioni fiorite brillanti, gonna con ampie rouches e strascico imponente, tutto in bianco, come un albero in un paesaggio invernale. 

Tags: moda , Fashion , Parigi , Giambattista Valli