Google, Alphabet, la società madre, licenzia 12 mila dipendenti via mail in giro per il mondo

Il 6% della forza lavoro. È la percentuale dei dipendenti che Alphabet, società madre di Google, ha deciso di tagliare in un’opera di razionalizzazione del personale. Sono 12 mila per l’esattezza i dipendenti che il colosso ha deciso di licenziare per far fronte all’indebolimento delle condizioni economiche attuali. A comunicarlo è stato l’amministratore delegato di Alphabet e della sua controllata Google, Sundar Pichai.

È l’ennesima notizia proveniente dal mondo del Big Tech, che negli ultimi tempi sta sempre di più rinunciando a del personale per tamponare la crisi che ha colpito il mondo intero. Da Amazon che ne ha lasciati a casa 18 mila, a Microsoft pochi giorni fa che ne ha licenziati 10 mila. Ora anche il colosso di Mountain View. L’ad dice di prendersi tutta la responsabilità del gesto. «Anche se questa transizione non sarà facile, sosterremo i dipendenti mentre cercano la loro prossima opportunità. Fino ad allora, per favore prendetevi cura di voi stessi mentre assorbite questa difficile notizia. Come parte di ciò, se state appena iniziando la vostra giornata lavorativa, sentitevi liberi di lavorare da casa oggi», ha scritto Pichai secondo la BBC.

I dipendenti licenziati infatti sarebbero stati avvisati via mail, come accaduto anche con Amazon. Tuttavia l’ad ha promesso sostegno ai dipendenti coinvolti, vittime di una situazione ormai insostenibile. I tagli sono stati accolti favorevolmente dal mercato. Le azioni Alphabet a Wall Street sono aumentate del 3,5% nel commercio elettronico prima dell’apertura del mercato azionario.

Tags: Alphabet , Google , licenziamenti