Grunge Make Up: Bye bye clean girls, it’s time for drama

Nel make up, come nella moda, vi è un’unica certezza: quando una tendenza viene portata all’estremo, diventando il main core estetico di un determinato periodo, la reazione che si avrà nell’immediato futuro sarà diametralmente opposta. Per circa un paio di anni la “cleanliness” è stata la tendenza imperante non solo del make up, ma potremmo dire come lifestyle in generale; un via vai di healthy routine fatte di beveroni naturali, sedute di yoga, case immacolate, outfit femminili e sportivi con colori pastello, skincare rigorosissima e un trucco praticamente impercettibile, sui social come TikTok la tendenza è diventata immediatamente virale e ancora oggi ha lasciato un’eredità importante. Una schiera di giovani (e giovanissime) donne si sono affermate sul social più famoso del mondo come dispensatrici di consigli su come essere delle persone “pulite, ordinate e felici”, su come non cadere nella procrastinazione, su come avere una “glazed skin” e su come bere tisane la sera appuntando su un quaderno i propri goal quotidiani fosse meglio di bere alcolici fino a tardi.

Si sa, in media stat virtus, ma nelle tendenze le mezze misure non sono mai state un fatto interessante, quanto piuttosto passare da un estremo all’altro, che è ciò che rende tutto davvero dinamico, divertente, scioccante; ed ecco che piano piano le clean girls tutte salutismo e almond milk, hanno lasciato spazio ad una schiera di ragazze ribelli, sopra le righe, sovversive, e molto sexy. Che l’ispirazione sia quella della “Mob Wife”, o semplicemente il pop-punk alla Avrile Lavigne nei primi anni 2000, una cosa è certa, la tendenza è a esagerare, mixare, forse anche sbagliare, e il make up sembra essere la prima forma per manifestare questo cambio di rotta, sancendo un ritorno del grunge in termini beauty.

Smoky eyes, ombretti sfumati, ciglia stroboscopiche, capelli messy e un’allure da appena “out of bed”, lo stile grunge nel make up ha avuto la sua fortuna negli anni ’90 prima e nella seconda metà degli anni 2000 poi; icone come Kate Moss, Carine Roitfeld, Misha Barton o Kaya Scodelario in Skins hanno fatto di questa estetica apparentemente dimessa, fuori dalle regole eppure maledettamente affascinante un elemento distintivo; che poi l’aspetto coincida effettivamente con uno stile di vita altrettanto disordinato è tutto da vedere. In un’intervista di tanti anni fa, la allora direttrice di Vogue Paris Carine Roitfeld, ammise che per lei il modo migliore per ottenere un make up perfetto era farsi la doccia con il trucco della sera prima; in questo modo l’acqua avrebbe reso i suoi smoky eyes ancora più liquidi, drammatici, enfatizzanti. Che sia stata una semplice provocazione di una donna che ha fatto della provocazione il perno del suo mestiere non c’è dubbio, ma è proprio in certe dichiarazioni che consiste tutto il senso di un certo tipo di svolta stilistica. Scioccare, sorprendere, drammatizzare sono le nuove parole chiave di una femminilità che sembra essersi annoiata di rientrare entro certi canoni di vita così rigidamente scanditi. Ad oggi tra le icone di questo gusto troviamo Julia Fox, ma anche il personaggio di Venetia interpretato da Alison Oliver in Saltburn, la modella Gabbriette, e recentemente l’artista Cardi B.

“La transizione dal “make up no make up” al trucco per gli occhi scuro e più intenso è probabilmente un respingimento dai look minimalisti e un perno verso i look massimalisti”, afferma la truccatrice e fondatrice di CTZN Cosmetics Naseeha Khan al magazine The Every Girl . “Penso che i content creators e i truccatori abbiano visto questo look pulito diventare eccessivo e volessero cambiarlo aggiungendo più colore e definizione ai look.”

L’unica cosa che resta da capire è se le grunge girls di oggi sono state le clean girls di ieri; i social trend sono capaci dunque di influenzare a tal punto una cospicua schiera di giovani donne alla ricerca di un’identità da permettere dei cambi così repentini? Tutto corretto fin quando si parla di trucco e vestiti, ma se questi cambiamenti giocassero un ruolo fondamentale anche nello stile di vita delle persone potrebbero essere considerati altrettanto divertenti?

[📷Tsuni / USA, Alamy / IPA]

Tags: Grunge make up