Harry e Meghan, accordo per quattro libri con la “Penguin Random House”? Lui smentisce

Il Principe Harry e la “Penguin Random House” avrebbero stretto un accordo non per uno, ma per ben quattro libri. Il secondo verrebbe pubblicato solo dopo la morte della Regina e il terzo, scritto da Meghan, parlerebbe di benessere. Lo ha rivelato il “Daily Mail”. Notizie che – si legge sul sito del tabloid – “sicuramente allarmeranno Buckingham Palace”. L’annuncio di un libro di memorie scritto dal duca di Sussex rappresenta solo la “punta dell’iceberg” di una situazione ormai da tempo esplosiva all’interno della famiglia reale britannica. Alcune fonti hanno rivelato che Harry avrebbe stabilito come prezzo di partenza con le case editrici 18 milioni di sterline, con la cifra finale che potrebbe raggiungere i 29 milioni. 

La Penguin Random House ha affermato che il libro del principe Harry fornirà «il resoconto definitivo delle esperienze, avventure, perdite e lezioni di vita che hanno contribuito a plasmarlo». I termini finanziari non sono stati resi noti, ma Random House ha affermato che il principe Harry avrebbe donato i suoi proventi in beneficenza.

L’accordo prevede che il primo volume veda la luce il prossimo anno, quando si celebrerà il Giubileo di Platino per i 70 anni sul trono di Elisabetta. Il secondo, invece, dovrebbe essere pubblicato solo dopo la morte della Regina. Il terzo non vedrà come protagonista Harry, bensì Meghan Markle che scriverà una guida sul benessere. Restano ancora sconosciuti soggetto e autore del quarto libro.

Una fonte ha rivelato al “Daily Mail” che il principe ha guidato personalmente le trattative con le case editrici da Montecito in California, dove lui e la moglie hanno acquistato una villa da 11 milioni di sterline. Due editori sono andati a trovarlo e altri hanno preso parte alla trattativa in videochiamata. Secondo quanto detto dalla fonte, Harry “aveva un atteggiamento del tipo ‘prendere o lasciare’. Il suo prezzo di partenza era di 25 milioni di dollari (pari  18 milioni di sterline) e la cifra finale era molto più elevata, fino a 35-40 milioni di dollari (25-29 milioni di sterline). Le persone coinvolte erano molto “scioccate dal suo approccio e dalle sue richieste”.

Il fatto che sia previsto un libro in uscita dopo la morte della regina “suggerisce che Elisabetta disapproverebbe e verrebbe turbata da ciò che Harry intende rivelare” – fa notare il “Daily Mail” – Sembra anche indicare che a Harry importi poco tutto ciò che suo padre, il principe Carlo, o suo fratello, il principe William, possano pensare”.

La famiglia reale è rimasta profondamente preoccupata dalla decisione di Harry di collaborare segretamente con il ghostwriter vincitore del Pulitzer JR Moehringer a quello che i suoi editori hanno descritto come “il resoconto definitivo delle esperienze, avventure, perdite e lezioni di vita che hanno contribuito a plasmarlo”. I due uomini hanno lavorato al libro per un anno.

È descritto da Harry come un “racconto di prima mano totalmente veritiero” della sua vita. Ma a Buckingham Palace sono preoccupati che si rivelerà un resoconto di parte delle esperienze del principe e riaccenderà le tensioni con la sua famiglia.

Dal canto suo, il principe ha smentito la notizia. Contrariamente ai “falsi resoconti dei media” – ha dichiarato tramite un suo portavoce, l’unico libro di memorie in lavorazione è il volume già previsto e annunciato che sarà pubblicato dalla casa editrice alla fine del 2022.

Tags: Harry e Meghan , Meghan Markle , Principe Harry , Regina Elisabetta