Gucci presenta la terza linea di Hortus Deliciarum, gioielleria “etica”

Hortus Deliciarum, (“Il Giardino delle Delizie”) è il nome della linea di alta gioielleria di Gucci, stabilita a Parigi dal 2019. Al numero 16 di Place Vendôme – accanto all’hotel Ritz – una boutique dal fascino antico, con decorazioni a mosaico e reperti pompeiani, ospita la terza linea di gioielli firmati Gucci. Tra parure in oro bianco e diamanti, anelli con tormaline da 38 carati e orecchini di granati, rubelliti e diamanti, “Il Giardino delle Delizie”, stavolta, oltre al lusso mira ad una nuova sensibilità etica.

Presentata in occasione della Paris Haute Couture Week, la nuova linea di gioielli Gucci arricchisce i modelli classici con nuove declinazioni, ispirate al tema dei viaggi. Le nuove creazioni di Hortus Deliciarum includono una selezione di collane, anelli multi-dita, bracciali e orecchini divisi per categorie, tra natura e regno animale. Spiccano le rivisitazioni ai grandi classici, come le teste di tigre e di leone, le gemme dai colori intensi (acquamarina, zaffiri gialli e diamanti colorati) e i motivi a zigzag.

La nuova mission di Gucci è di rendere la gioielleria “etica”: i diamanti provengono esclusivamente da fornitori provenienti da paesi non coinvolti in conflitti, mentre l’oro e il platino vengono acquistati nell’ambito del Kering Responsible Gold Framework, un programma per acquisire oro in maniera tracciabile. Il gruppo ha inoltre contribuito alla riforestazione di un’area di 116 ettari di foresta amazzonica nella Guyana francese, piantando 214.780 alberi.

Crediti foto: profilo Instagram @gucci

Tags: moda , Gucci , lusso , Hortus Deliciarum , gioielleria , etica