Il padre di Britney Spears, Jamie, ha accettato di dimettersi da tutore legale della figlia

Dopo la sentenza del giudice Brenda Penny – che ha negato la richiesta di Britney Spears di anticipare l’udienza che avrebbe potuto decretare la fine della “conservatorship” da parte del padre – Jamie Spears sembra ora intenzionato a fare marcia indietro. Secondo “TMZ” infatti, il padre della pop star vuole dimettersi dalla sua carica.

Nei documenti legali esaminati si legge: «In effetti non ci sono motivi effettivi per sospendere o rimuovere il signor Spears come conservatore […] ed è altamente discutibile che cambiare tutore in questo momento sarebbe nell’interesse della signora Spears. Tuttavia, anche se il signor Spears è il bersaglio incessante di attacchi ingiustificati, non crede che una battaglia pubblica con sua figlia […] sarebbe nel suo interesse. Quindi, anche se deve contestare questa petizione ingiustificata per la sua rimozione, il signor Spears intende lavorare con la Corte e il nuovo avvocato di sua figlia per preparare una transizione ordinata a un nuovo conservatore».

E ancora: «Indipendentemente dal suo titolo formale, il signor Spears sarà sempre il padre della signora Spears, l’amerà sempre incondizionatamente e si prenderà sempre cura dei suoi migliori interessi».
L’avvocato di Britney Mathew Rosengart ha commentato: «Siamo lieti, ma non necessariamente sorpresi, che il signor Spears e il suo avvocato riconoscano finalmente che deve essere rimosso. Siamo delusi, tuttavia, dai loro continui attacchi vergognosi e riprovevoli alla signora Spears e ad altri. Non vediamo l’ora di continuare la nostra vigorosa indagine sulla condotta del signor Spears e di altri, negli ultimi 13 anni».

Tags: Britney Spears , Conservatorship , dimissioni , Jamie rinuncia , Jamie Spears , Mathew Rosengart