J-Ax, dura risposta a Eric Clapton sui vaccini

Dura risposta di J-Ax ad Eric Clapton sui vaccini. Qualche giorno fa il chitarrista si è opposto all’obbligo del green pass, annunciando che non suonerà dove è richiesta la vaccinazione anti-covid. “Una presa di posizione coraggiosa e inedita così quando andrete a un concerto di Eric Clapton non sarà solo di noia il modo in cui potrete morire”, ha commentato il rapper. “Vabbè, a parte gli scherzi, trovo irresponsabile non solo il messaggio di un’artista così influente – per fortuna influente solo per i boomer – ma anche tutto lo spazio che la stampa dà a s…….e simili. Ci sono migliaia di lavoratori dello spettacolo fermi da un anno e mezzo. Persone che hanno figli, mutui e problemi che tutti abbiamo, solo che i governi si sono dimenticati di loro, perché la musica e la cultura sono qualcosa che i politici hanno sempre abbandonato. E ora che possiamo finalmente riaprire in sicurezza dobbiamo sentire queste s……e che ci riporterebbero a chiudere di nuovo tutto per mesi. Forse a qualcuno la “Cocaine” – ha ironizzato J-AX citando la celebre canzone di Clapton – non è ancora scesa”. Il rapper ha ricevuto diverse critiche, non solo per il contenuto delle sue parole ma perché considerato musicalmente a un livello meno “elevato” rispetto al chitarrista e quindi non “meritevole” di potersi esprimere. Di fronte a questo attacco, in sua difesa sui social sono intervenuti molti utenti che hanno sottolineato il diritto di Ax di dire la sua come un normale cittadino.

Tags: covid 19 , Eric Clatpon , green pass , J-Ax , Vaccini