Justin Timberlake torna sul palco per un concerto, dopo l’arresto: “È stata una settimana dura”

Sono passati pochissimi giorni da quando è stato arrestato nella notte tra lunedì 17 e martedì 18 giugno 2024 a New York, ma Justin Timberlake si è affrettato a tornare sul palco. Il timore, trapelato dalle indiscrezioni, durante lo stato di fermo per guida in stato di ebbrezza, sulle possibili ripercussioni sul suo tour mondiale, alla fine lasciano spazio alla sua musica inconfondibile, che l’hanno reso uno degli artisti più amati del mondo della musica. E infatti, ieri venerdì 21 giugno 2024, la popstar è tornata a calcare un palco per riprendere il filo del discorso, nell’ambito del suo “The Forget Tomorrow World Tour”. E rivolgendosi ai fan in un breve discorso prima di esibirsi su una delle sue ultime hit, “Selfish”, avrebbe detto, come riportato da People: «È stata una settimana dura».

Rivolgendosi ai fan durante il concerto a Chicago venerdì sera, il cantante ha voluto esprimere tutta la sua gratitudine per il supporto che continua ricevere incondizionatamente: «So che a volte è difficile amarmi, ma voi continuate ad amarmi», riporta la BBC. È la prima volta che Timberlake si esprime dopo l’arresto, ammettendo sostanzialmente in pubblico dei giorni difficili appena passati. Parole che arriverebbero dopo quelle che avrebbe rivolto al suo staff, nell’immediato post-arresto, pochi giorni fa, come rivelato dal The Sun. In una videoconferenza, infatti, secondo il tabloid, Timberlake avrebbe chiesto scusa alla troupe di lavoro dietro il tour, rassicurandoli sul normale svolgimento del tour e sul suo impegno immutato. Mentre prossima settimana sarà impegnato in due date a New York, al Madison Square Garden, secondo quanto trapelato dai media, che grande spazio hanno dato alla vicenda, condividendo anche la foto segnaletica ormai virale, l’artista dovrebbe comparire in tribunale il prossimo 26 luglio 2024.

[📸 Shutterstock / IPA]

Tags: Justin Timberlake , Concerto , Arresto