Kering acquisisce Creed ed entra nel mondo dei profumi

La divisione beauty di Kering, Gruppo internazionale che possiede marchi come come Gucci, Yves Saint Laurent, Balenciaga e Bottega Veneta, acquisirà il 100% della storica maison di fragranze. Kering Beuté, dedicata alla cosmesi e alla profumeria è nata lo scorso febbraio, e non ha tardato a mettere a segno la sua prima acquisizione. L’accordo prevede un pagamento in contanti dai fondi di BlackRock e di Javier Ferrán, presidente dell’azienda fondata nel 1760 da James Henry Creed.

Ora, Kering punta soprattutto al mercato cinese. «L’operazione fornisce immediatamente a Kering Beauté le dimensioni necessarie e un profilo finanziario eccezionale» ha dichiarato la società in una nota, «oltre a una piattaforma per sostenere il futuro sviluppo di altri marchi di fragranze sfruttando in particolare la rete di distribuzione globale di Creed». Un passo importante per Kering, considerando che nell’esercizio terminato lo scorso 31 marzo, Creed ha generato un fatturato di oltre 250 milioni di euro. Si tratta, infatti, di uno dei brand più attivi – nonché il più grande player indipendente – nel mercato della profumeria di lusso. La transazione verrà probabilmente conclusa nel corso del secondo semestre 2023.

«L’acquisizione di Creed rappresenta la prima iniziativa strategica di Kering Beauté e dimostra il nostro impegno a sviluppare una forte posizione nel segmento della bellezza di lusso» ha commentato François-Henri Pinault, presidente e CEO di Kering. «Sono entusiasta del fatto che oggi le nostre storie e i nostri valori si uniscano attorno a questo spirito di imprenditorialità familiare e di eccellenza per accelerare il nostro viaggio nella bellezza e sono lieto che il marchio entri a far parte del portafoglio di case di lusso del gruppo».

Update 11 luglio 2023: secondo il Financial Times, Kering avrebbe acquisito Creed per 3,5 miliardi di euro.

Crediti foto: profilo Instagram @creedboutique

Tags: moda , Fashion , Beauty , Kering , Creed