Kim Kardashian critica aspramente Balenciaga: cos’è successo al brand?

La scorsa, è stata una settimana ricca di colpi di scena per il mondo della moda. Alessandro Michele ha lasciato Gucci, Raf Simons ha chiuso la sua linea, Tom Ford forse si ritirerà dalle scene fashion e Balenciaga è al centro di una bufera mediatica. Ma stavolta non a causa dell’ultimo prodotto di ugly fashion, ma per qualcosa di molto più delicato. La maison francese ha rilasciato una controversa campagna per la linea di design “Balenciaga Objects”, che l’ha velocemente gettata in una situazione autodistruttiva. Di fronte a bicchieri vuoti e oggetti per la casa, alcuni bambini tengono in braccio degli orsacchiotti peluche vestiti in stile sadomaso. Per il web l’accostamento di immagini è fuori luogo e al limite del buonsenso, e Balenciaga non ha tardato a scusarsi pubblicamente e rimuovere le immagini. Nella campagna Balenciaga x Adidas appare invece un libro di Michael Borremans, “Fire From The Sun”: una serie di illustrazioni disturbanti che raffigurano bambini nudi e atti di cannibalismo. Tra teorie cospiratorie e dettagli agghiaccianti, le ultime campagne di Balenciaga hanno provocato lo sdegno e il disgusto del web, che non ha tardato ad accusare il brand di sfruttamento di bambini e a lanciare l’hashtag #cancelbalenciaga. Gli utenti di TikTok rispondono alla campagna in modo netto, tagliando e distruggendo i prodotti della maison francese. Recentemente, anche Kim Kardashian ha espresso il proprio parere riguardo ciò che sta accadendo a Balenciaga, mettendo in discussione il suo futuro in partnership con il brand, in quanto scossa dagli scatti realizzati. Qualche giorno prima, Ye ha sottolineato che le celebrità non si stanno esponendo riguardo la controversia di Balenciaga perchè sarebbero “controllate”. Lo scorso venerdì inoltre, il brand ha intentato una causa di 25 milioni di dollari contro la società di produzione North Six, Inc. e il suo agente, Nicholas Des Jardins, che ha progettato il set per le campagne. Ma per alcuni utenti le scuse non sono abbastanza, e sul web e le testate giornalistiche cresce forte l’idea che la maison francese abbia messo in scena intenzionalmente tutti questi dettagli controversi.

Balenciaga Objects: una nuova linea di arredamento che propone oggetti di design, accessori per animali e orsacchiotti di peluche vestiti in stile bondage. Provocatorio ma al limite del buonsenso: a tenere in braccio questi orsacchiotti sono dei bambini, protagonisti della campagna. Per molti utenti l’accostamento di immagini è controverso, Balenciaga si scusa pubblicamente e rimuove gli scatti.

Non solo leggi federali e sentenze contro la pedopornografia, ma anche un libro dalle illustrazioni agghiaccianti. Si tratta di “Fire From The Sun” del pittore Michael Borremans, impilato assieme ad alcuni libri di moda su una scrivania, ma dal titolo ben visibile. Il libro in questione raccoglie una serie di dipinti che raffigurano scene di bambini nudi, riti occulti e atti di cannibalismo.

Tra teorie complottiste e dettagli sempre più sospetti, una gran parte di utenti – soprattutto su TikTok – sta prendendo posizioni nette nei confronti di Balenciaga. Sotto l’hashtag #cancelbalenciaga, moltissimi ex clienti di tutto il mondo tagliano, distruggono e bruciano i prodotti della maison francese, di tutta risposta alla scelta problematica delle ultime campagne.

Kim Kardashian, in partnership con la maison francese, ha recentemente rotto il silenzio sulla campagna, ritenendosi “scossa dalle immagini inquietanti”. La socialite starebbe rivalutando il suo futuro con il brand. Lo scorso venerdì inoltre, Balenciaga ha intentato una causa da 25 milioni di dollari contro la società che ha realizzato il set.

Tags: Balenciaga bambini , Michael Borremans , controversia , Kim Kardashian , Kanye west , Balenciaga , Ye , Adidas , Demna Gvasalia , Balenciaga x Adidas