Kim Kardashian, il trucco per coprire la zip aperta sul vestito di Marilyn al Met Gala

Prendere ispirazione dalle più grandi icone del passato può portare a un risultato tanto unico quanto pericoloso. La “copia” infatti, spesso non rende onore alla versione originale e lo sanno bene le numerose celeb che, negli anni, hanno rischiato dei flop clamorosi.

Non è, però, il caso di Kim Kardashian che ha deciso di prendere parte ai Met Gala indossando nientemeno che l’abito di Marilyn Monroe. Per poter indossare tale creazione, Kim ha dovuto convincere il Museo “Ripley’s Believe or Not!” di Orlando, in Florida, che nel 2016 lo acquistò per 4,81 milioni di dollari contro i circa 1.200 dollari pagati in origine. «Conservato in un caveau, al buio, a una temperatura fissa di 20 gradi e con il 40-50% di umidità, l’abito multimilionario è stato raramente separato dal suo manichino rivestito di mussola e, tantomeno, indossato da qualcuno che non fosse la Monroe» si legge su “Vogue”, a sottolineare l’importanza di ciò che Kim ha avuto la possibilità di vivere.

Indossare questo abito, però, per Kim non è stato affatto semplice. Al momento del Met Gala, infatti, l’imprenditrice non riusciva a chiuderne la zip ed è stata costretta a lasciarlo aperto sul sedere… e a coprirlo con uno scialle di pelliccia bianca, simile a quello per cui Marilyn era nota. Secondo quanto rivelato, Kim si sarebbe sentita sollevata quando si è resa conto che il vestito poteva essere semplicemente legato nella sua parte posteriore e poi, coperto. Questo, però, significava che Kim indossava il vestito aperto mentre camminava sul red carpet del Met Gala, prima di cambiarsi sostituendo il vestito con una replica una volta all’interno del locale.

Secondo quanto riportato da un portavoce del Ripley quando Kim provò l’abito per la prima volta – verso marzo – l’accordo non andò a buon fine. Sia l’imprenditrice che i rappresentanti del museo, infatti, non rimasero soddisfatti di come il vestito si adattava a lei tanto che il suo uso le fu negato. Assolvere a un tale onore si è quindi rivelato per Kim più complesso del previsto: l’imprenditrice ha rivelato di aver dovuto perdere 8 chili al fine di indossarlo al meglio e di essersi sottoposta a 14 ore di trattamento per trasformare la sua chioma da bruna a biondo platino.

Tags: Kim Kardashian , Marilyn Monroe , Met Gala , Met Gala 2022 , Ripley's Believe or Not! , Vogue