Kim Kardashian risponde a chi la accusa di aver danneggiato l’abito di Marilyn Monroe

A seguito delle numerose accuse, Kim Kardashian ha parlato dell’abito di Marilyn Monroe, da lei indossato in occasione dell’ultimo Met Gala, decidendo di difendersi e parlando della grande cura con la quale il vestito è stato trattato per i pochi minuti nei quali ha avuto l’onore di utilizzarlo.

In una nuova intervista rilasciata per “Today”, infatti, Kim – oltre a parlare anche della sua relazione con Pete Davidson – ha risposto alla domanda della conduttrice Hoda Kotb «Continuiamo a leggere cose tipo “il vestito è rovinato”, tutto questo è vero?» dicendo: «No. Io e Ripley abbiamo lavorato molto bene insieme, c’erano degli addetti con i guanti che mi hanno messo addosso il vestito. È andata così: mi sono presentata sul red carpet in vestaglia e pantofole, ho messo il vestito all’inizio del tappeto e sono salita su per le scale… probabilmente l’ho indossato per 3, 4 minuti».

E aggiunge: «Rispetto [Marilyn], capisco quanto questo vestito significhi per la storia americana. E poiché il tema [del Met Gala] era l’America, ho pensato: “Cosa c’è di più americano di Marilyn Monroe che canta al Presidente degli Stati Uniti?”». Riguardo la sua perdita di peso – anch’essa duramente criticata in quanto giudicata da molti poco sana o non portata avanti per le giuste ragioni -, invece, Kim ha deciso di rispondere con: «L’ho visto come una parte [per un film] e volevo davvero indossare questo vestito. Era davvero importante per me… in realtà mi ha insegnato molto sul mio stile di vita e sulla mia salute. E da allora, in seguito, ho continuato a mangiare davvero sano. Ho perso 21 libbre (pari a circa 9 chili) ora. Non sto cercando di perdere più peso, ma ho più energia che mai. Ho tagliato molto gli zuccheri e un sacco di cibo spazzatura che stavo mangiando… ho semplicemente scelto di cambiare completamente il mio stile di vita».

Tags: Kim Kardashian , Marilyn Monroe , Met Gala , Today