Kobe Bryant, venduto per 1 mln di dollari l’anello del campionato NBA del 2000 che l’ex cestista regalò al padre

Dopo che cimeli come una maglia dei Lakers e un kit della stessa squadra da lui indossati sono già stati venduti all’asta per cifre da capogiro, ora anche l’anello del campionato NBA del 2000 appartenuto a Kobe Bryant è stato recentemente acquistato per quasi 1 milione di dollari. Conclusasi con l’offerta massima di 927mila dollari (cifra pari a oltre 863mila euro), secondo Goldin che ha commissionato l’asta tale vendita avrebbe contribuito a stabilire il record per l’anello del titolo NBA più costoso di sempre.

Originariamente donato a sua padre Joe “Jellybean” Bryant come ricordo più di vent’anni fa, l’anello è una copia extra del titolo NBA che Kobe vinse nel 2000 con i Lakers. Questa, come riportato anche dal “Los Angeles Times”, «è la terza volta che l’anello di Bryant viene venduto da quando è stato messo all’asta nel 2013 dai suoi genitori. L’ultima volta è stato venduto un anno fa da SPC Auctions. L’anello è accompagnato da una lettera di autenticità firmata da Pam Bryant, che viene consegnata con l’anello sin dalla prima volta che è stato messo all’asta».

Prima della sua tragica e prematura scomparsa nel 2020, sempre secondo quanto si legge, l’ex cestista rimase molto deluso nell’apprendere che i suoi genitori stavano tentando di vendere tale anello e altri suoi cimeli del passato. Tra questi c’erano, ad esempio, un pallone da basket autografato dalla squadra dei Lakers del 2000, il suo anello del campionato del liceo della Pennsylvania del 1996, le tute che indossava alla Lower Merion (Pa.) High. e una tavola da surf che usava da bambino.

[📷 PA Images, Alamy / IPA; goldin.co]

Tags: NBA , Kobe Bryant , Joe “Jellybean” Bryant