Kris Wu: condannato a 13 anni di carcere per stupro l’ex componente del gruppo K-pop Exo

Secondo quanto riferito dal tribunale del distretto di Chaoyang a Pechino, l’ex popstar Kris Wu – membro del gruppo K-pop Exo prima di avviare una carriera da solita (oltre che di attore e modello) intorno al 2014 – sarebbe stata condannata a 13 anni di carcere con l’accusa di abusi sessuali e stupro. «11 anni e sei mesi» l’entità della condanna, oltre a «un anno e dieci mesi di reclusione per il reato di raduno di persone per commettere adulterio». Secondo quanto emerso inoltre, il cantante, dopo aver scontato la sopracitata condanna, dovrà essere anche espulso dalla Cina. 

L’anno scorso, tramite il social Weibo, una ragazza di 19 anni aveva accusato la star di averla violentata quando di anni ne aveva solo 17 anni dopo averla costretta a bere alcolici a una festa. La donna dichiara inoltre che le sarebbero stati offerti 500 mila yuan – cifra pari a circa 65 mila euro – purché non raccontasse nulla di quanto accaduto. L’uomo, dopo aver ammesso di aver effettivamente incontrato la ragazza, aveva comunque negato di aver commesso violenze ai suoi danni. Ad oggi, però, sarebbe venuto alla luce che almeno altresette ragazze sarebbero state vittime di Wu e, sempre secondo quanto emerso dal tribunale, «È stato accertato che l’imputato Wu Yifan (Kris Wu) ha avuto rapporti sessuali forzati con tre donne nella sua residenza da novembre a dicembre 2020 quando erano ubriache e non sapevano o non erano in grado di resistere».

Tags: K-pop , Weibo , Kris Wu , Exo