La BBC risarcirà la Royal Family per l’intervista che raggirò Lady Diana

25 anni dopo le clamorose dichiarazioni di Lady Diana, un’inchiesta ha stabilito che la BBC dovrà risarcire la Royal Family.
Nel 1995 il giornalista Martin Bashir rilasciò una delle interviste più importanti della storia in cui la Principessa del Galles per la prima volta parlava di sé come di una donna depressa e schiacciata dalla monarchia, sanciva la fine del proprio matrimonio con il Principe Carlo e si dichiarava consapevole di essere stata tradita da quest’ultimo con Camilla Parker Bowles.

Oggi è stato stabilito che la BBC avrebbe spinto Lady D a fare tali dichiarazioni tramite menzogne, falsificando documenti bancari e facendole sospettare di essere spiata dai servizi segreti.
Da quell’intervista shock, trasmessa dal programma “Panorama”, l’emittente britannica incassò una cifra pari a 1,5 miliardi di sterline (circa 1,75 milioni di euro), somma che ora dovrà risarcire tramite una maxi-donazione a un ente benefico scelto dalla famiglia reale.

Lo scorso maggio, una volta appurato che Diana fu vittima di un raggiro mediatico, il principe William parlò pubblicamente del dolore inflitto alla famiglia affermando che l’intervista contribuì a ferire numerose persone oltre ai suoi genitori. Il Duca di Cambridge, inoltre, aggiunse: “Mia madre è stata tradita non solo da un giornalista, ma dai vertici della BBC”.

Tags: BBC , Camilla Parker Bowles , Intervista , Lady Diana , Principe Carlo , principe william , Risarcimento , Royal Family