La Couture 22 di Balenciaga (con Dua Lipa e Kim Kardashian in passerella): così poeticamente drammatica

Forme esasperate, toni drammatici, volti cupi e rigidi, sguardi incattiviti. L’atmosfera noir della passerella Couture Balenciaga Fall 22 si alterna ai colori più funny come il rosa baby, il giallo lime, il rosso intenso e il verde mela. Eppure, anche quando i colori si fanno più divertenti, sono i volumi a renderli seri. Spalline over, tagli dritti, lunghezze ampie. Sulla 51esima passerella di couture – da cui prende il nome lo show – Demna Gvasalia non può non portare i suoi pezzi chiave, come il denim, lavorato con colletti elisabettiani e forme a palloncino, i body in velluto, le catsuit, i puffer jacket unisex da portare con pantaloni di pelle.

Non è il momento di ridere o scherzare, il designer ha vissuto la guerra sulla sua pelle e ce lo aveva già ricordato nella commovente sfilata Ready-to-wear 22. Il finale è un tripudio di star affezionate al brand, come Dua Lipa, Bella Hadid, Nicole Kidman, Kim Kardashian e Naomi Campbell che si è mossa eterea e leggiadra, nonostante l’enorme abito rigido dando ancora una volta prova di essere ultraterrena!

A chiudere lo show, sotto gli occhi compiaciuti di Kris Jenner e North West, arriva a stemperare l’atmosfera iniziale un meraviglioso abito da sposa bianco con ricami argento, segno che la poesia non finisce mai. La moda si nutre dei tempi che vive e oggi si barcolla soli e incerti sotto gli occhi impassibili degli altri. Il fatto che, a rappresentarlo, sia proprio una modella con un abito da sposa ha un significato ancora più profondo e tutt’altro che casuale, come ogni cosa che fa lo stilista georgiano. A mantenerci in piedi è l’amore, per qualcuno o per qualcosa. Nel caso di Demna non c’è dubbio: è un sigillo d’amore con la moda.

Tags: Balenciaga , Dua Lipa , Kim Kardashian , Paris Fashion Week