Lady Gaga, condannato a 21 anni l’uomo che sparò al suo dog sitter

La giustizia ha fatto il suo corso. Negli Stati Uniti infatti è stato condannato l’uomo che sparò al dog sitter di Lady Gaga, durante il furto di due dei tre bulldog francesi della cantante. L’episodio, risalente al 24 febbraio 2021, è stato infatti punito, come riferito dall’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Los Angeles, e l’aggressore dovrà scontare una condanna di ben 21 anni di carcere. Il suo nome era James Howard Jackson, 20 anni, che «ha ammesso l’accusa di aver inflitto gravi lesioni personali» come detto da CNN che ha riportato la nota dell’ufficio del procuratore distrettuale.

Una giornata tranquilla. Durante quel 24 febbraio 2021, il dog sitter dell’artista, Ryan Fischer, stava semplicemente facendo uscire i tre bulldog francesi di Lady Gaga quando è stato avvicinato e poi aggredito con colpi di arma da fuoco. Tre gli aggressori coinvolti che in quel momento fuggirono e rubando due dei cani, Koji e Gustav. Tra questi c’era proprio James Howard Jackson. Fischer rimase ferito nell’aggressione, rischiando la vita e vedendo più di un terzo del polmone, perforato dalla sparatoria, rimosso, mentre la star propose la bellezza di 500 mila dollari di ricompensa per la restituzione dei suoi cani. 5 uomini furono arrestati pochi mesi dopo. Dopo mesi di inseguimento e dopo un rilascio erroneo ad aprile a causa di un errore materiale, Jackson ha deciso di patteggiare la pena.

Tags: LADY GAGA , dog sitter