Le paparazzate più cool degli anni ’90 sono in aeroporto

Passaporto ok, biglietto ok, valigia pronta. Cosa manca? Dopo aver chiuso le zip di trolley, borsoni, beauty-case e chi più ne ha più ne metta, è infatti il momento di concentrarsi sull’outfit da viaggio, non meno importante di tutto il resto. Ai gate degli aeroporti si osservano le mise più casual, composte generalmente da tute e scarpe da ginnastica, abbinate a mega borsoni sui quali far abitare i nostri cuscini da viaggio. E se la parola d’ordine sembra essere comodità, lo stile non va certo dimenticato a casa con le ultime cose che, puntualmente, hai scordato di mettere in valigia.

A dettare le regole per un perfetto outfit comfy-chic da viaggio vengono in nostro soccorso le celebrities, da sempre habitué degli spostamenti in alta quota. Sono loro che, soprattutto a partire dagli anni ’90, hanno trasformato questa terra di mezzo che sono gli aeroporti in red carpet personali. E non per caso. È infatti con la cultura delle paparazzate dell’ultima decade del Novecento che i più assidui frequentatori dei corridoi aeroportuali capirono l’importanza di non farsi cogliere in deshabillé dai flash dei fotografi e dagli sguardi attenti dei fan in visibilio. La pressione incombente delle telecamere ad aspettarli all’arrivo incoraggiò una vera e propria moda da aeroporto, all’insegna di una nonchalance rilassata, ma mai casuale. È così che sono arrivate a noi alcune delle paparazzate più iconiche, che ci raccontano ancora oggi del più autentico senso dello stile delle celeb di quegli anni, che trovava la sua ragion d’essere ben al di fuori dei contesti patinati.

[📸Getty Images; MediaPunch Inc, Alamy, Trinity Mirror, Mirrorpix, ZUMA Press, Inc. / IPA]

Tags: BRAD PITT , Jennifer Lopez , David Beckham , Ben Affleck , Victoria Beckham , Gwyneth Paltrow , Kate Moss , aeroporto