Le regole dello stile dei rapper? Nessuna!

Dal cappello di A$AP Rocky, che assomiglia più ad una parrucca cangiante, all’inseparabile bucket hat di Jay-Z, fino alle camicette a fiori di Kid Cudi. Le nuove uniformi dei rapper stanno diventando sempre più stravaganti e confusionarie e le scelte stilistiche sempre più discutibili. In giro per la variopinta Manhattan ci si può imbattere in infinite categorie di persone: c’è chi preferisce, in pieno luglio, coprirsi con parrucca e tuta in acetato total pink, come A$AP Rocky e chi invece abbraccia la filosofia del “Less Is More”, come Childish Gambino, che non resiste al caldo e si lancia in una sessione di jogging coperto solo da un paio di micro shorts. Ma c’è anche chi preferisce puntare sulla provocazione, come Kid Cudi al Rolling Loud Miami, che ha sfoggiato una t-shirt così scollata da fare invidia agli outfit di Julia Fox, abbinandola a una camicetta a fiori rosa con maxi margherite stampate. Jay-Z, dal canto suo, da un paio d’anni continua la sua liaison amorosa con i bucket hat, un accessorio amato dalla Gen Z ma che in effetti si presta allo stile di pochi: tra questi il primo da citare è Liam Gallagher, seguito ultimamente anche dal rapper di New York, che ha fatto dei dreadlocks e del cappello da pescatore e il suo segno distintivo. E se da una parte non possiamo fare a meno di chiederci “perchè?” davanti ad alcuni abbinamenti a dir poco azzardati e di dubbio gusto, dall’altra, queste recenti e fantasiose sperimentazioni di stile incoraggiano l’idea che lo stereotipo del “gangsta rapper” sia definitivamente superato, per lasciare spazio ad un immaginario più creativo e giocoso che non vuole porre alcun tipo di freno al guardaroba.

Possiamo dire addio allo stereotipo del “gangsta rap” anni ’90 e ’00, perché dall’Olimpo dei rapper americani discendono delle scelte di stile sempre più bizzarre. La nuova uniforme dei rapper è personalissima e stravagante: non ci sono più regole, l’importante è stupire. 

Paparazzato gli scorsi giorni in giro per Manhattan con Rihanna, il rapper continua a stupire con i suoi outfit decisamente bizzarri. Dalle derby in pelle nere, bianche e azzurro cielo, ai pantaloni della tuta Adidas abbinati ad un jersey di Serapis in un’altra tonalità di rosa…Che in effetti non si abbina affatto. E per completare il look, un berretto peloso multicolor che da lontano si confonde con una parrucca!

Julia Fox ha ufficialmente un rivale di stile, ed è Kid Cudi. Il rapper di Cleveland ha sempre amato ostentare con outfit provocanti e dal taglio genderless. Stavolta, in occasione della performance al Rolling Loud Miami, si è esibito con una camicetta rosa con maxi margherite stampate, e sotto una t-shirt dalla scollatura vertiginosa.

Donald Glover, conosciuto anche come Childish Gambino, cerca di sfuggire al caldo cocente con una sessione di jogging per le strade di SoHo. E lo fa con un outfit a dir poco rivelatorio, che non passa certo inosservato: bucket hat color senape, micro shorts gialli e le sneakers da corsa nate dalla sua partnership con New Balance. 

Dagli hooligan a “Kevin e Perry a Ibiza”, passando per i fratelli Gallagher…Fino a Jay-Z. Il bucket hat sta vivendo una rinascita attraverso la Gen Z ma anche sulla testa di uno dei rapper più cool del panorama musicale, che ultimamente non se ne separa mai. L’ultimo, color verde lime, l’ha sfoggiato fuori dai suoi uffici di Roc Nation, a New York.



A cura di Silvia Zardini

Tags: rapper , stile , Street style