Le signore (d’alto rango) di Bottega Veneta

Il penultimo giorno di fashion week milanese, Bottega Veneta decide di sovvertire le regole mettendo in scena uno show che parla il proprio personalissimo linguaggio, senza scendere a compromessi. Location segreta – su invito – luci soffuse e…Ospiti inaspettati. Quasi sottovoce, dopo le prime uscite della collezione primavera-estate femminile, calca la passerella una modella dall’aria famigliare, interrompendo l’armonia degli abiti longuette con un paio di jeans baggy e una camicia a quadri… non poteva che essere lei, Kate Moss!

Con il suo look signature, tipicamente grunge, capelli selvaggi e outfit androgino, la top model attraversa la passerella con uno sguardo magnetico, mani in tasca e camminata sciolta, un po’ come se stesse passeggiando per le strade della sua città. Dopotutto, la moda è il suo pane quotidiano.
La collezione di Bottega Veneta non cede alle mode del momento e si snoda in un sfilata austera, senza genere e senza tempo, che accontenta anche i target più alti. Il marchio veneziano sceglie modelli e modelle di ogni età, rivolgendosi soprattutto ad un pubblico più maturo, sconvolgendo le regole del culto della giovinezza messo in scena con abiti sbarazzini e micro tagli, che si dedicano principalmente alle ultime generazioni. Nella primavera-estate 2023 di Bottega Veneta ci sono tailleur (abiti ma anche completi), midi-dress, longuette e camicie ampie. Gli scolli non sono mai troppo profondi, le sovrapposizioni sono morbide e le fantasie di colore accompagnano lo sguardo senza contrasti eccessivi, giocando con le tonalità polverose di colori complementari.

Le proposte in pelle, tra pantaloni a gamba ampia, blazer, gonne e trench, si adattano ad ogni tipo di fisicità, mentre i pattern astratti e geometrici si inseriscono perfettamente in un contesto giornaliero urbano. Le borse sono maxi oppure a mano, caratterizzate dai tipici intrecci e dai pellami morbidi e fluidi, mentre le calzature (principalmente sabot e décolleté dal tacco medio) sprigionano un gusto classico e sobrio. Bottega Veneta mette in scena il suo stile senza adeguarsi ai luoghi comuni, in un elogio alla sobrietà e all’artigianalità che si dedica agli amanti di una moda evergreen, che non sacrifica i propri principi in virtù di tendenze volatili.

Di Silvia Zardini

Tags: Bottega Veneta , Kate Moss , Milano Fashion Week