Ludovico Tersigni su “X Factor”: “Se non fossi preoccupato sarei a metà tra un folle e kamikaze”.

Ludovico Tersigni, protagonista di “Summertime”, sarà presto padrone di casa a “X factor”, uno dei programmi di maggiore successo in Italia, approdato alla sua quindicesima edizione.

Il giovane attore si è raccontato in una lunga intervista al “Corriere della Sera” e a proposito della sua nuova avventura ha dichiarato: “Se non fossi preoccupato sarei a metà tra un folle e un kamikaze. Ho letto un libro di Pino Cacucci che ricorda il discorso di un anarchico: la paura è il motore della vostra azione, la paura vi tiene vigili. Lo penso anche io: la paura è una grande forza; voglio raccoglierla e trasformarla in energia. Per me è una prima volta, mi sto preparando al meglio ma so che ci saranno degli errori”.

Tersigni parla di “Summertime” la serie in cui veste i panni di Alessandro, un ragazzo tormentato che ha dovuto fare tanti sacrifici per lo sport. Ludovico e Alessandro sono diversi ma qualcosa li accomuna: “la ricerca di riscatto”e “la voglia di vincere”.
Ma Alessandro rappresenta lo “stereotipo dell’uomo donne e motori” nella società odierna e Tersigni sottolinea: “Ho sempre delle difficoltà quando ci si identifica in un personaggio, bisogna sempre ricordarsi che è una finzione scenica. Fuori dalla fiction, diciamo che in Italia siamo molto in ritardo, abbiamo dei problemi di ‘aggiornamento’. Minoranze religiose ed etniche, i gusti sessuali: se ne parla come se fosse un futuro lontano. Invece no, è il presente”.
Un presente in cui l’attore spera di costruire una strada che sia riconoscibile: “Spero di lasciare segni per chi li vuole cogliere, avere un comportamento, riconosciuto anche da fuori, di professionalità e serietà sul lavoro”.

Tags: Ludovico Tersigni , Summertime , X Factor , X FActor 2021