L’upcycling non è più un gioco e tanti designer ce lo stanno dimostrando

Nel mondo ci sono due tipi di persone: chi apre la scatola e legge le istruzioni e chi inizia a costruire senza leggerle. Nicole McLaughlin, designer, fa parte della seconda categoria, come ha affermato lei stessa in un’intervista al “New York Times”: «Uso costantemente il mio cervello per capire come far funzionare qualcosa». È stata lei una dei primi ad avere risonanza sui social grazie all’upcycling, che ormai non è più il “riuso creativo” dal sapore di lavoretti casalinghi, ma una vera e propria estetica, anche un po’ tongue-in-cheek, dove gli oggetti si svuotano delle loro funzioni diventando così pezzi artistici che mettono in risalto una fusione unica di materiali e silhouette.

Ma la lista di designer che ha abbracciato il concetto di upcycling declinandolo secondo il proprio linguaggio visivo è lunga. A partire da Tega Akinola, artista e designer multidisciplinare che nel 2020 ha aperto il suo brand omonimo lavorando principalmente con materiali di scarto e di seconda mano per creare concetti e prodotti innovativi attraverso il processo di riutilizzo, fino a Gab Bois, che tra iperrealismo e la banalità del familiare ci trasporta nel suo mondo unico ispirato al design, alla moda, alla cultura pop e alla pubblicità. Impossibile non nominare Nasir Figueroa, modello e designer i cui video in cui mostra il processo dietro ai suoi lavori hanno fatto il giro del mondo.

Tra lo stile gorpcore – quello che porta nello streetwear indumenti funzionali pensati per diverse attività -, l’attenzione per la sostenibilità che caratterizza la Gen Z e il gioco di nostalgia tra affetto e oggetto, l’upcycling, soprattutto su Instagram, lo vediamo praticamente ogni giorno. Con creazioni più vicine a forme d’arte che a prodotti in sé per sé, infatti, quest’ondata di designer che promuovono l’upcycling creativo ci ricorda che la sostenibilità non è poi così noiosa.

[📸 Instagram: nicolemclaughlin, gabbois, nassnyc; 📹 Instagram: tegaakinola, nicolemclaughlin]

Tags: upcycling , Nicole McLaughlin