Marco Bizzarri: l’ex CEO di Gucci crea una nuova holding

Gucci è sicuramente uno dei brand più chiacchierati del momento; innumerevoli gli stravolgimenti interni, dall’addio di Alessandro Michele all’esordio di Sabato De Sarno lo scorso settembre, fino alle continue pressioni circa le perdite del -20% del gruppo Kering relative al marchio. Ma anche l’addio dell’ormai ex amministratore delegato del brand, Marco Bizzarri, lo scorso luglio 2023, sostituito da Jean-François Palus, che è anche direttore generale del gruppo.

Tuttavia l’ex ceo del brand con la doppia G, dopo la lunga parentesi nel brand italiano, ha deciso di dare il via ad una nuova società di investimento, la Nessifashion holding, con un capitale di partenza di circa 10 mila euro; la società è stata definitivamente finalizzata nel momento in cui è scaduto il patto “di non concorrenza” con il gruppo Kering, al termine del quale Bizzarri non si è fatto attendere ad intraprendere questa nuova avventura che, ipotizzano in molti, non è escluso che possa manifestare un forte interesse nel settore moda, complici il periodo storico a dir poco rivoluzionario del fashion system, ma soprattutto la lunga expertise maturata da Bizzarri proprio all’interno del gruppo Kering.

Prima di approdare in Gucci nel dicembre 2014, Bizzarri aveva infatti già alle spalle una lunga e consolidata esperienza all’interno dell’azienda, che al tempo si chiamava Gucci Group; nel 2005 è stato CEO di Stella McCartney, che proprio con il suo intervento divenne una realtà estremamente redditizia. Nel 2009 venne invece nominato presidente e CEO di Bottega Veneta, a cui seguì nel 2014 una breve parentesi come CEO di Kering per il settore Luxury – Couture & Leather Goods.

Non ci resta che attendere per scoprire se e quali saranno le realtà in cui investirà la nuova holding, di cui Bizzarri è amministratore unico.

[📷ABACA / IPA]

Tags: Gucci , Marco Bizzarri , Nessufashion