Mike Tyson accusato di aver stuprato una donna che ora chiederebbe 5 milioni di risarcimento danni

Periodo turbolento per Mike Tyson che sta per affrontare questioni di natura legale legate a gravi accuse di stupro.

Secondo quanto riportato da “People”, in una dichiarazione giurata depositata presso il tribunale della contea di Albany di New York il 5 gennaio, da una donna anonima, si legge: «Ho incontrato Mike Tyson nei primi anni ’90 in una discoteca chiamata Septembers. Io e il mio amico stavamo uscendo con lui e la sua limousine autista. Tyson ci ha raccontato di una festa e ci ha chiesto di unirci a lui. La mia amica stava per lasciare la sua macchina, e Tyson ha detto che sarebbe andato a prenderla con la limousine».

Successivamente la donna sarebbe salita sul veicolo di Tyson e molestata dal pugile. «Gli ho detto di no diverse volte e gli ho chiesto di smetterla, ma lui ha continuato ad attaccarmi. Poi mi ha tolto i pantaloni e mi ha violentata violentemente».

Dai documenti del tribunale si evincerebbe che la donna chiede 5 milioni di dollari di danni che includono “lesioni fisiche, psicologiche ed emotive”.

La causa è stata intentata ai sensi dell’Adult Survivors Act di New York , che il governatore Kathy Hochul ha firmato lo scorso anno. In base al regolamento viene concessa «una finestra temporale di un anno ai sopravvissuti ad aggressioni sessuali avvenute quando avevano più di 18 anni per citare in giudizio i loro aggressori indipendentemente da quando si è verificato l’abuso».

Tags: Causa , denuncia , stupro , Mike Tyson