Mondiali Qatar 2022: 7 nazionali rinunciano alla fascia “One Love” per paura delle sanzioni Fifa

«La FIFA è stata molto chiara sul fatto che imporrà sanzioni sportive se i nostri capitani indosseranno la fascia sul campo di gioco». Con queste parole, le federazioni di sette nazionali europee partecipanti ai Mondiali 2022 in Qatar, comunicano lo stop all’utilizzo per i rispettivi capitani della fascia arcobaleno con la scritta “One Love” – simbolo di difesa dei diritti civili e della comunità Lgbtq+ – per evitare ammonizioni o espulsioni.

Si tratta delle federazioni di Inghilterra, Galles, Germania, Danimarca, Belgio, Olanda e Svizzera che in una nota congiunta scrivono: «Eravamo disposti a pagare multe che normalmente si applicherebbero alle violazioni dei regolamenti sui kit e sentivamo un forte impegno nell’indossare la fascia. Tuttavia, non possiamo mettere i nostri giocatori nella situazione in cui potrebbero essere ammoniti o addirittura costretti a lasciare il campo di gioco» e aggiungono: «Siamo molto frustrati dalla decisione della Fifa che riteniamo senza precedenti: abbiamo scritto a settembre informando del nostro desiderio di indossare la fascia “One Love” per sostenere attivamente l’inclusione nel calcio e non abbiamo avuto risposta».

La FIFA, attraverso un comunicato, ha specificato che «può confermare che la sua campagna “No Discrimination” è stata anticipata dalla prevista fase dei quarti di finale in modo che tutti i 32 capitani abbiano l’opportunità di indossare questa fascia durante la Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022. Ciò è in linea con l’Articolo 13.8.1 del Regolamento Equipaggiamento FIFA, che afferma: “Per le competizioni finali FIFA, il capitano di ciascuna squadra deve indossare la fascia da capitano fornita dalla FIFA”. Il regolamento della Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022, come approvato da tutti i partecipanti al gioco, esiste per preservare l’integrità in campo di tutti i partecipanti e sono ugualmente applicabili a tutte le squadre in competizione. La FIFA è un’organizzazione inclusiva che vuole mettere il calcio a beneficio della società sostenendo cause buone e legittime, ma deve essere fatto nel quadro delle regole della competizione che sono note a tutti».

Tags: Fascia , federazioni nazionali , LGBTQ+ , One Love , Qatar 2022