Morgan Freeman: voce narrante nella cerimonia d’apertura dei Mondiali 2022 in Qatar

Al via i Mondiali 2022 in Qatar. La cerimonia d’apertura è stata tra le più memorabili della storia del calcio, a detta di molti utenti sui social.
«Diamo il benvenuto alla Coppa del mondo. Abbiamo lavorato in tanti e duramente per allestire un torneo di successo, abbiamo profuso tutti i nostri sforzi per il bene dell’umanità. Finalmente il giorno che tutti aspettavamo è arrivato. Seguiremo il grande spettacolo del calcio, è bello che i popoli mettano da parte ciò che li divide e mettano insieme ciò che li unisce» sono state le parole dell’emiro del Qatar, Tamim bin Hamad Al Thani, nel discorso che ha aperto ufficialmente i mondiali. Un momento significativo e sorprendente è stato quello rappresentato da Morgan Freeman, voce narrante dello show che ne è seguito.

Al centro dello stadio Al Bayt, per l’apertura della grande competizione, creata dall’italiano Marco Balich, Morgan ha tenuto un discorso ed è stato molto toccante e importante l’incontro con Ghanim al Muftah, uno youtuber qatariota colpito da una sindrome definita “caudal regression”.

«C’è un filo conduttore di speranza, giubilo e rispetto», ha affermato Freeman durante il dialogo. Il messaggio che i due hanno voluto lanciare insieme si racchiude in queste parole: «Con il rispetto reciproco possiamo vivere insieme. Con la tolleranza e il rispetto possiamo vivere sotto un unico tetto».

Tags: Al Bayt , Ghanim al Muftah , Morgan Freeman , Qatar 2022