Namilia, la t-shirt “I Love Ozempic” presentata alla Berlin Fashion Week che fa discutere

Uno show che esplora i lati più oscuri dello stile Y2K, assolutamente contemporaneo, quello andato in scena ieri, 3 luglio 2024, durante la Berlin Fashion Week in corso ancora per poche ore. Il brand berlinese Namilia, noto non solo per i design irriverenti che elevano la sex-positivity attraverso elementi spesso audaci e d’impatto e soprattutto reference al mondo del rave e del motocross, ha presentato una nuova creazione che non è passata inosservata.

Un top bianco con una scritta, uno dei simboli degli anni 2000, dove però, nel mezzo, campeggia la frase «I love Ozempic». Sicuramente una critica, affrontata con ironia, alla cultura della magrezza che negli anni 2000 ha generato diversi scandali, soprattutto nel fashion system, ma che anche oggi non scherza.

Il tema del farmaco per diabetici che fa perdere peso, ovvero Ozempic, usato dalle star di Hollywood e non solo, infatti, è caldissimo al momento, tra critiche e controindicazioni. Personaggi che prima erano simbolo del movimento body-positivity hanno perso di credibilità dopo essere recentemente diventate una taglia zero, mentre le preoccupazioni sull’uso di questo farmaco aumentano. Una conferma del fatto che gli anni 2000 vivono ancora, non solo per quanto riguarda le – spesso discutibili – scelte stilistiche, ma anche per una mentalità legata a degli stereotipi ormai obsoleti come quello della “magrezza a tutti i costi”.

[📸 Instagram: _namilia_, Nicolás Cuenca, 10 Magazine Deutschland]

Tags: Namilia , Ozempic , Berlin Fashion Week