Netflix: licenziati altri 300 dipendenti

Non sono giorni sereni per Netflix. La celebre piattaforma streaming infatti ha licenziato nella giornata di giovedì 23 giugno altri 300 dipendenti, secondo quanto rivelato in esclusiva da “Variety”.
Netflix aveva dovuto provvedere ai tagli del personale già a maggio, licenziando 150 persone e dozzine di lavoratori part-time. Il colosso dello streaming aveva già anticipato questa azione, causata soprattutto dall’indebolimento del valore delle azioni Netflix.

“Oggi abbiamo purtroppo lasciato andare circa 300 dipendenti. Mentre continuiamo a investire in modo significativo nel business, abbiamo apportato queste modifiche in modo che i nostri costi crescano in linea con la nostra crescita dei ricavi più lenta. Siamo così grati per tutto ciò che hanno fatto per Netflix e stiamo lavorando duramente per supportarli durante questa difficile transizione» ha dichiarato un portavoce di Netflix al portale citato.

Netflix ha perso circa il 70% del suo valore dal momento in cui ha annunciato un ingente calo di abbonati e di prevedere la perdita di altri 2 milioni nel secondo trimestre dell’anno corrente.

Tags: 300 dipendenti , licenziamento , Netflix