Notte da incubo per Donnarumma a San Siro

Pioggia di fischi a San Siro per Gianluigi Donnarumma durante la partita Italia-Spagna valida per le semifinali di Nations League e persa dagli azzurri 1-2. Il portiere, colpito dalla contestazione, è scoppiato in lacrime nel primo tempo. Gigio ha lasciato quest’estate il Milan per giocare con il Paris Saint-Germain, una scelta che i tifosi non hanno digerito più che altro per le modalità che hanno portato all’addio.

Alla vigilia della partita il calciatore in conferenza stampa aveva dichiarato: “Milano per me è un luogo del cuore. Sarò sempre un tifoso del Milan”, ma uno striscione appeso fuori da Appiano Gentile – “Donnarumma a Milano non sarai mai più il benvenuto. Uomo di me*da” – aveva già lasciato presagire che la serata per il portiere non sarebbe stata delle più semplici. E così è stato.

In sintesi, ciò che i sostenitori rossoneri rimproverano a Donnarumma è la mancata chiarezza e riconoscenza per la squadra in cui è cresciuto. Per anni sembrava che Gigio dovesse rinnovare, ma tra tira e molla continui, alla fine è andato via dal Milan alla scadenza del contratto a costo zero. Dentro le casse del Milan, insomma, non è entrato niente e il Psg deve solo pagare lo stipendio al portiere. Il comportamento di Donnarumma non è piaciuto ai tifosi rossoneri che lo hanno bombardato di fischi alla sua prima apparizione a San Siro. Il c.t. della Nazionale Roberto Mancini ha commentato l’accaduto alla fine del match: “Ci dispiace, giocava l’Italia. Si doveva evitare, non era una partita di club e non era Milan-Psg”.

Tags: fischi , Gianluigi Donnarumma , Milan , Nazionale , Paris Saint-Germain , San Siro , tifosi