Olanda, la principessa Amalia potrà sposare una donna senza rinunciare al trono

L’erede al trono olandese potrà sposare un compagno dello stesso sesso senza dover rinunciare al trono. A chiarirlo è stato il premier Mark Rutte, come riporta la testata “De Telegraaf”.

Il Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia durante una seduta in Parlamento ha posto la domanda al primo ministro, riferendosi nello specifico all’erede al trono d’Olanda, la 17enne principessa Amalia. «Nulla impedisce alla principessa ereditaria Amalia di sposare una donna, se lo desidera – ha risposto Rutte – Il governo ritiene che l’erede possa anche sposare una persona dello stesso sesso. Il gabinetto quindi non pensa che un erede al trono o il re debba abdicare nel caso sposi un partner dello stesso sesso». Il premier ha aggiunto che la posizione del governo vale non solo per Amalia ma per ogni erede al trono, uomo o donna che sia. Della vita privata di Amalia, primogenita del re olandese Willem-Alexander, non si conosce molto e lei non ha commentato le dichiarazioni di Rutte.

L’Olanda è stato il primo paese al mondo a riconoscere legalmente il matrimonio fra persone dello stesso sesso. Le prime nozze si sono tenute l’1 aprile 2001 ad Amsterdam.

Tags: Amalia , De Telegraaf , Mark Rutte , nozze gay , Olanda , Re Willem-Alexander , trono