Orietta Berti, Mara Maionchi e Sandra Milo: “Siamo brave ragazze solo per ridere”

Un trio esplosivo in un viaggio all’insegna dell’ignoto nel cuore della Spagna. È quello formato eccezionalmente da Orietta Berti, Mara Maionchi e Sandra Milo, che dal 19 maggio saranno le protagoniste di “Quelle brave ragazze”, il format Sky Original e prodotto da Blu Yazmine. Gli ingredienti giusti sembrano esserci tutti, soprattutto dopo i primi 35 minuti che abbiamo visto in anteprima per voi ieri, al Teatro Gerolamo di Milano, nel corso della presentazione ufficiale. E per l’occasione non potevamo non scambiare quattro chiacchiere insieme alle artefici speciali della nuova trasmissione.

“Siamo brave ragazze per ridere”, ci racconta Mara Maionchi, capitana di un terzetto che si amalgama alla perfezione. “Io non mi sono mai sentita una brava ragazza. No, mai. Buona sì, ma brava… brava è qualcosa che si acquisisce. Non lo so se l’ho ancora acquisito”, dice invece Sandra Milo incalzata sarcasticamente sempre dalla Maionchi: “’Mazza alla tua età, sì, quello sì”.

La giudice di Italia’s got talent è notoriamente una grande giocatrice di burraco e alla nostra domanda su quale delle due compagne di viaggio sceglierebbe per una partita, non ha dubbi: “In questa ipotesi, la Berti. Sandra è troppo fanciulla, mi si perde nella carta, hai capito? Invece la Berti è “tamugna” come dicono a Bologna, è decisa”. L’“Usignolo di Cavriago”, voce della hit “Mille” con Fedez e Achille Lauro, dal canto suo è molto felice dell’esperienza realizzata insieme alle due compagne, diventate grandi amiche. In conferenza stampa ha raccontato che questo era infatti il primo viaggio in solitaria, lontana dai suoi famigliari.

A lei abbiamo chiesto quale sarebbe stato il suo percorso per emergere artisticamente, se avesse avuto 20 anni in questa epoca. “Allora, prima di tutto, se vuoi fare questo lavoro devi dar retta alle persone che hanno esperienza. Ad esempio, se io avessi avuto una coach come Mara avrei fatto tutto quello che mi diceva lei. Perché quando si è giovani, ti monti subito la testa. Credi di essere Dio in terra al primo successino, poi non sai che c’hai l’altro esame. Perché questo lavoro è un esame continuo. E devi sempre essere all’altezza del disco che fai, della trasmissione che fai, l’audience, i dischi venduti, il piacere alla gente nei concerti, l’esaurito. E quindi devi sempre dar retta alle persone che hanno più esperienza. Allora io mi cercherei subito un produttore in gamba e attuale, che abbia, insomma, la sensazione del gusto attuale della gente. Questo ci vuole adesso”.

Sandra Milo è quella più dolce delle tre. Mentre attendiamo bramosi di vederla su Tik Tok, la sua esperienza su Instagram continua tra belle conoscenze e qualche spasimante, scatenando nuovamente la pungente reazione della Maionchi. “Io non ho difficoltà a comunicare con gli altri. Non ho pudori, non ho paure. Mi piace toccare il cuore della gente. Come mi piace quando la gente tocca il mio di cuore. Sono cose non difficili, basta un pochino d’attenzione poi è bellissimo. Per me prima di tutto, e poi credo anche per gli altri. Mi fa piacere. Sai che ci sono molti ragazzi per esempio che mi scrivono, che vorrebbero conoscermi, qualcuno mi dice anche che vorrebbe amarmi”.

Appuntamento quindi al 19 aprile. Se volete scoprire tutto quello che ci hanno detto, guardate il nostro post su Instagram!

Tags: Intervista , Mara Maionchi , Orietta Berti , Quelle brave ragazze , Sandra Milo , Sky